Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

The complete Chester Gould’s Dick Tracy

By   /   18 Febbraio 2013  /   2 Comments

Molti ricorderanno Dick Tracy per il film, del 1990, con protagonisti Madonna e Warren Beatty, ma non tutti sanno che la striscia con protagonista il detective Dick risale al 1931, anno della pubblicazione della prima striscia.

La striscia aveva cadenza giornaliera ed era pubblicata dai maggiori quotidiani USA dell’epoca. Dick Tracy fu una striscia innovativa per quel periodo storico sia per quel che riguarda i disegni sia per quanto concerne i contenuti. Uno degli elementi contribuì al successo del fumetto e contemporaneamente fece scandalo fu la violenza contenuta nelle storie. Ovviamente ora leggere queste storie non suscita né stupore né disturbo nel lettore che è abituato a ben altri livelli di crudeltà.

Dick Tracy è un poliziesco che rispecchia il periodo storico in cui è stato scritto quindi è una gangster story a tinte fosche. Caratterizzata da personaggi grotteschi che vivono ai margini della società. Praticamente uno specchio della società statunitense dell’epoca.

Proprio i cattivi, ovvero i gangster, sono divenuti in breve tempo i personaggi più caratteristici e amati della serie, addirittura il personaggio di Flattop nel momento in cui morì scateno proteste talmente accalorate tra i lettori da costringere Gould a farlo tornare con un’escamotage narrativo che è stato poi ripreso da molti altri autori (un figlio identico al padre che segue le sue orme nella malavita). Proprio con la forte caratterizzazione fisica dei personaggi, chiaramente di forte caratterizzazione lombrosiana, detterà il successo delle strisce che avranno una lunga vita editoriale che superò i 10 anni.

Cosa molto rilevante per una striscia giornaliera syndacate. Inoltre il pubblico era inconsciamente attratto da protagonisti che stereotipavano fisicamente gli appartenenti alle schiere di fuorilegge che all’epoca riempivano le pagine di cronaca nera. L’universo narrativo di Dick Tracy è diviso simbolicamente in bianco e nero da una parte i buoni belli ed aitanti e dall’altra i cattivi brutti deformi e grotteschi all’inverosimile, come se la loro cattiveria influenzasse la loro fisiognomica. La ristampa cronologica della IDW è caratterizzata da una grandissima qualità editoriale per la cura grafica e per l’altissima qualità dei materiali utilizzati. La carta è di qualità ottima e grammatura eccellente. Questo livello nella cura dei dettagli e nella scelta dei materiali è uno dei segni distintivi della IDW che per i suoi prodotti di maggior livello non bada a spese.

Inoltre ci piace sottolineare la presenza all’interno del volume delle strisce domenicali a colori una vera chicca per gli appassionati dei lavori di Chester Gould. Oltre alle bellissime tavole domenicali c’è un’altra sorpresa per i lettori, ovvero, un intervista a Chester Gould che risale al 1980 e che fa capire meglio ai lettori come è nato e si è evoluto questo personaggio iconico del fumetto.

Tale uscita è importante per l’appassionato di fumetti perché ha la possibilità di consultare una raccolta cronologica completa ed esaustiva che fa parte della storia dei comics. Inoltre vista l’esigua quantità di pubblicazioni in italiano (se si escludono le riviste come Linus e Il Mago) questa raccolta rappresenta un tesoro inestimabile di inediti e rarità imperdibile per chi conosce l’inglese e ama il fumetto. Concludendo una delle più belle raccolte degli ultimi anni dedicate a uno dei personaggi chiave del fumetto americano. Sia che siate amanti di questo personaggio da innumerevoli anni sia che lo vogliate scoprire ora tale raccolta fa proprio al caso vostro.

Un piccolo gioiello da mostrare con orgoglio nella vostra libreria. Solo per palati raffinati.

The complete Chester Gould’s Dick Tracy, pagine 352, IDW Publishing, $ 29,99, cartonato, b/n e colori. (in lingua originale)

Di Renato Umberto Ruffino

    Print       Email

2 Comments

  1. Renatoumberto ha detto:

    Grazie delle precisazioni.
    In effetti sono state varie, ma mai complete, le raccolte di Dick Tracy. Ci sono stati i volumi Milano Libri e anche quelli Mondadori.

  2. Savvik ha detto:

    In verma storia di D.T. fu in tavole domenicali, e la sua vita editoriale durò per ben più di 10 anni, per quasi mezzo secolo la creò Chester Gould, poi passò di mano ad altri autori fino a tutto il XXII secolo 🙂
    In Italia oltre ai citati Linus E il Mago, il “Club anni trenta” fece una serie di ristampe delle strisce sindacate negli anni ’80 in ordine cronologico in una serie di albi spillati.
    Nello stesso periodo uscirono anche degli albi della “Comic art” che pubblicavano le storie più recenti spesso inedite.

You might also like...

Quattro chiacchere tra la nebbia: intervista a Rocchi e Carità

Read More →