Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Lega Pro 2° Divisione – Intervista ad Andrea Gasbarroni, top player del Monza

By   /   1 Febbraio 2013  /   Commenti disabilitati su Lega Pro 2° Divisione – Intervista ad Andrea Gasbarroni, top player del Monza

L’ospite della nostra intervista settimanale è Andrea Gasbarroni, noto per avere giocato nelle file di Sampdoria, Palermo, Parma, Genoa, Torino e da quest’anno in forza al Monza, con la cui maglia ha già realizzato 10 reti in 14 partite.

Cominciamo dal posticipo di lunedì scorso contro il Savona. Una vittoria di carattere la vostra, suggellata dal tuo gol decisivo.

Si, indubbiamente è stata una vittoria bella ed importante allo stesso tempo per noi, contro un avversario di tutto rispetto. Non era facile, ma abbiamo fatto un’ottima partita e penso che il risultato alla fine sia meritato.

Siete al 10° risultato utile consecutivo, continuando di questo passo i playoff per voi non saranno solo un sogno.

Si, inutile nasconderci, i playoff sono il nostro obiettivo e faremo il possibile per riuscirci. Certo la penalizzazione pesa, perchè 6 punti sono davvero tanti, ma se continuiamo così tutto può accadere.

La tua carriera parla da sola; come è stato per te passare da palcoscenici importanti come la Serie A ad un campionato di Lega Pro?

Non ho avuto nessun problema perchè qui a Monza ho trovato un ambiente sereno, ideale per giocare a calcio e divertirsi, che per me è la cosa più importante. Devo ringraziare società, dirigenti, allenatore e i miei compagni per come mi hanno accolto.

Mister Asta sembra gestirvi alla perfezione, nonostante i problemi societari il vostro gruppo sembra molto unito. Che persona è?

Il mister è una gran bella persona, oltre che essere un allenatore preparato sotto tutti i punti di vista. Sono sicuro che sentiremo parlare di lui in futuro perchè ha tutte le qualità per emergere.

Abbiamo visto diversi gol di pregevole fattura quest’anno, ma il tuo realizzato contro il Rimini, per dinamica e tecnica, è stato il più bello sino ad ora realizzato. Che effetto ti ha fatto rivederlo?

Non posso negare che sia stato davvero un bel gol; fa sempre piacere segnare ma quando ti riescono così belli, la soddisfazione è ancora maggiore.

Tra i tanti giovani che avete in squadra, chi ti ha impressionato di più?

Abbiamo una rosa giovanissima, se facessi un solo nome farei un torto ad altri. Sicuramente gente come Ravasi, Valagussa, Finotto, Laraia, Franchino e lo stesso Morao, che magari ha giocato di meno, sono ragazzi molto interessanti che possono fare davvero bene in futuro.

Speri in tuo ritorno in Serie A?

Sinceramente ad oggi non ci penso, voglio fare bene col Monza, poi il resto si vedrà. Se farò bene, chissà in futuro potranno riaprirsi le porte anche per me, ma dipende da diversi fattori.

di Massimo Merlo

    Print       Email

You might also like...

Gran Premio di Abu Dhabi

Read More →