Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

La settimana della Memoria

By   /   24 Gennaio 2013  /   Commenti disabilitati su La settimana della Memoria

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale che viene celebrata  il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime del nazismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati. Il testo dell’articolo 1 della legge italiana definisce così le finalità del Giorno della Memoria: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

La scelta della data ricorda il 27 gennaio 1945, quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oświęcim, nota con il suo nome tedesco di Auschwitz, scoprendo il suo tristemente famoso campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista. Tuttavia l’apertura dei cancelli ad Auschwitz, dove 10-15 giorni prima i nazisti si erano rovinosamente ritirati portando con sé in una “marcia della morte” tutti i prigionieri sani, molti dei quali morirono durante la marcia stessa, mostrò al mondo non solo molti testimoni della tragedia, ma anche gli strumenti di tortura e di annientamento del lager.

Proprio a favore della settimana per la XIII settimana della memoria, si terrà a Roma, stasera alle ore 21,00, presso il Teatro in Portico, in Via Circonvallazione Ostiense n. 195, l’opera Ma come posso cantare…? il costo del biglietto d’entrata è di 10 euro.

Questa manifestazione verrà organizzata dall’associazione Coro Ha-Kol e farà parte delle  commemorazioni organizzate in tutto il mondo per commemorare la SHOA.  L’opera scelta dal coro Ha-Kol è tratta dal “Canto del popolo ebraico massacrato” di Yitzhak Katzenelson ed è stata adattata nel testo e curata nella regia da Luigi Tani.

Mentre il 27 gennaio, il giorno della memoria, il Coro si esibirà a Torino presso il Liceo Massimo d’Azeglio. Questa scuola ha un significato molto particolare, infatti, proprio li studiarono Primo Levi e Leone Ginzburg e insegnò Cesare Pvese.

La data scelta per il giorno della memoria, il 27 gennaio ricorda la caduta dei cancelli di Auschwitz e la liberazione del campo da parte dell’Esercito dell’Unione Sovietica. Il concerto di Torino si terrà dalle ore 19,00 alle 21,30 e sarà trasmessa da Radio3 e condotta da Marino Sinibaldi.

Il Coro Ha-Kol (Ha-Kol significa la voce) è stato fondato nel dicembre del 1993 su iniziativa di alcuni cantori del Tempio Maggiore di Roma che si sono uniti ad altri amanti della tradizione musicale ebraica. Per avere maggiori informazioni sull’Associazione Coro Ha-Kol visitate il sito www.corohakol.it.

di Laura Ester Ruffino

    Print       Email

You might also like...

Giusto non significa necessariamente uguale

Read More →