Loading...
You are here:  Home  >  Salute  >  Current Article

Le bevande dietetiche provocano depressione

By   /   11 Gennaio 2013  /   1 Comment

Uno studio condotto su un campione di 250 mila Americani ha dato come risultato uno stretto collegamento tra le bevande dietetiche e la depressione.

La ricerca, che sarà presentata all’annuale convegno dell’Accademia Americana di Neurologia, non ha cercato le cause ovvero quali sono gli elementi che la provocano, ma gli effetti cioè lo stato depressivo.

Stranamente bere caffè crea meno rischi. Infatti, nell’arco dei 10 anni di studi, è risultato che le persone che bevono anche 4 tazze di caffè al giorno hanno circa il 10% in meno di probabilità che cadano in depressione, rispetto a quelle che non bevono caffè. Ma coloro che bevono 4 lattine o bicchieri di bevande dietetiche gassate o succhi dolcificati artificialmente al giorno aumentano di un terzo (33%) in più il rischio di cadere in depressione.

Il capo ricercatore, Dottor Honglei Chen, dell’Istituto Nazionale della Salute del Nord Carolina ha detto che: “La nostra ricerca ha suggerito che eliminare o ridurre le bevande dietetiche dolcificate o sostituirle con caffè non zuccherato può aiutare in modo naturale a mantenere basso il livello di depressione”.  Il dottore ha comunque aggiunto che occorrerà ancora approfondire la materia poiché ci sono molti altri fattori che possono entrare in gioco e inoltre i risultati sul campione usato, americani compresi tra i 50 e gli 80 anni, potrebbero non essere validi per altre popolazioni.

La sicurezza che i dolcificanti come l’aspartame è stata ampiamente provata da test scientifici e inoltre è garantita attraverso giusti dosaggi (bustine).
Gaynor Bussell, dell’Associazione Britannica Dietologi, ha dichiarato che: “I dolcificanti cosiddetti “artificiali” godono di cattiva fame a causa del fatto che la parola “artificiale” evoca sospetti. In realtà, i questi dolcificanti sono stati ampiamente testati in modo critico e quelli in uso sul mercato hanno dato eccellenti risultati”.

Comunque, gli studi continuano e questo in argomento ha messo in evidenza un possibile collegamento, non una relazione causa effetto, con la depressione”. La Bussel ha aggiunto che lo studio è stato unico e non significa che i dolcificanti causano la depressione. “Tanto per cominciare, le persone che soffrono di depressione potrebbero farsi l’idea che sono i dolcificanti delle bevande che causano loro la depressione e che potrebbero avere un pregiudizio nel riferire ciò che hanno bevuto nel passato, specialmente la “soda” che negli Stati Uniti è demonizzata più che in Gran Bretagna. Inoltre, potrebbe essere che il bere bevande dietetiche provochi l’obesità o il diabete, che di per sé sono causa di depressione”.  “I dolcificanti non calorici possono giocare un utile ruolo nelle diete di coloro che cercano di perdere peso e per i diabetici e non si può certamente sostenere che queste persone dovrebbero sostituire le bibite gassate (soda) della loro dieta con più caffè”.

Per Beth Murphy, della Mind, un’organizzazione che si occupa della salute mentale, la migliore cosa da fare, per tutti coloro che sono affetti da depressione, è di seguire i consigli del loro medico curante o di altri medici professionisti. Condividiamo.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

1 Comment

  1. Jf1 ha detto:

    è la prova che grasso è bello … anzi, zuccherato è bello

You might also like...

Troppa TV fa male!

Read More →