Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Lega Pro 2° Divisione – Castiglione corsaro, la Salernitana ha una marcia in più

By   /   8 Gennaio 2013  /   Commenti disabilitati su Lega Pro 2° Divisione – Castiglione corsaro, la Salernitana ha una marcia in più

La prima giornata di ritorno in Lega Pro 2° Divisione ha complessivamente confermato i valori messi in mostra nella prima parte di stagione. Nel girone A tutte imbattute le prime sette, nel B perdono solo due delle prime 10 in classifica.

Big-match a Savona, tra i padroni di casa e la Pro Patria, arrivata alla vigilia dopo l’increscioso episodio di razzismo che ha coinvolto Boateng nell’amichevole col Milan. Un plauso ai tifosi bustocchi presenti sugli spalto con lo striscione “no racism”. La partita ha prodotto uno 0-0 che però non rispecchia fedelmente quanto si è visto in campo, dato che il migliore dei 22 è stato il portiere Aresti, autore di ottime parate sui tentativi ospiti. Un pareggio comunque che accontenta tutti.

Ne approfitta il Castiglione, ormai realtà consolidata del campionato, che vince 2-1 sul campo del Bellaria, sulla cui panchina esordiva Marco Osio, ex centrocampista del Parma di Nevio Scala. Talato e Ferrari i marcatori per gli ospiti, momentaneo pareggio di Mariani per i locali.

In vetta si avvicina anche il Bassano, che sbriga la pratica Santarcangelo in appena 1 minuto; tanto basta a Longobardi per siglare il gol vittoria.

Agevole vittoria interna anche per l’Alessandria sul Fano, anche se le reti del duo d’attacco Fanucchi-Rossi arrivano solo nella ripresa. Per la squadra di Gadda ennesimo ko: la vittoria manca ormai dal 25 novembre.

Tante polemiche a Rimini, nella gara in cui il Renate passa per 1-0 grazie al gol (viziato da netto fallo sul difensore riminese) di Zanetti al 49°. Da segnalare anche un gol annullato per fuorigioco (ai più apparso inesistente) ai padroni di casa. Il Renate comunque si conferma formazione di rango.

Si affaccia in zona playoff anche il Mantova del neo allenatore Brucato che batte per 2-1 il Forlì e lo scavalca al 7° posto. Franchi e Del Sante in appena 10 minuti indirizzano subito la gara in favore dei locali, poi Petrascu accorcia le distanze dopo che Portesi era riuscito a respingere il calcio di rigore calciato dallo stesso.

Pareggio 2-2 tra il Venezia, ancora incapace di cambiare marcia in campionato, ed il Vallèe D’Aoste. Il solito Godeas, doppietta per lui, sigla i gol per i padroni di casa, andati anche sotto per via delle reti nella ripresa di Sinato e Cuneaz.

Continua il buon momento di forma del Monza di Tonino Asta. I lombardi giovano una gara maiuscola in quel di Masi San Giacomo ed espugnano il campo della Giacomense per 3-1. Valagussa, Puccio e Vita per i brianzoli, Varricchio accorcia le distanze a tempo scaduto.

In coda prezioso successo del Casale, cui basta il gol di Grieco per ottenere i 3 punti sul campo di un Milazzo “rivoluzionato” dal mercato appena riapertosi.

Passando al girone B, la Salernitana conferma ancora una volta di essere una spanna sopra tutte le altre avversarie, e va a vincere 2-0 a l’Aquila. Guazzo e Ginestra realizzano i gol vittoria, arrivando in coppia a quota 20, sui 36 gol totali messi a segno dai campani.

Successo in piena “zona Cesarini” per l’Aprilia sul campo dell’Arzanese. I laziali salgono così al 2°posto in classifica, approfittando anche dello scivolone del Pontedera. Seconda doppietta in campionato per Nicola Ferrari, giunto a quota 11. Per i padroni di casa pareggio momentaneo di Sandomenico.

Cade, come detto, il Pontedera, questa volta per mano del Chieti, vittorioso per 2-1. E’ ancora una volta De Sousa l’uomo i più dei neroverdi, autore di una doppietta nel primo tempo. La reazione dei toscani porta solo ad accorciare le distanze con Arrighini.

Irrompe in piena zona playoff il Poggibonsi, grazie al netto successo sul Fondi, fanalino di coda della classifica. Doppio Pera, Settembrini e Dierna consentono ai toscani di portarsi al 4°posto, in coabitazione col Chieti. Disperata la situazione degli uomini di Provenza, serve davvero un’impresa a questo punto per evitare il ritorno nei dilettanti.

Pareggio a Lamezia tra la Vigor ed il Gavorrano, formazione che fuori casa sà esaltarsi come poche nel girone. Finisce 1-1 per vie delle reti su rigore del neo acquisto Zampaglione per i padroni di casa e di Peluso, ad inizio ripresa, per gli ospiti.

Pareggio sempre per 1-1 anche tra Foligno e Martina Franca, gli ospiti riescono così a interrompere la striscia di 4 stop consecutivi. Balistreri porta in vantaggio i blu, che subiscono il pareggio di Mangiacasale dopo pochi minuti della ripresa.

Bene il Teramo di Cappellacci che si conferma squadra dal gruppo solido. 2-0 sul Melfi condito dal primo gol in campionato di Caidi e da quello di Scipioni nella ripresa.

Oltre alla Salernitana, è il Borgo a Buggiano la squadra più in forma del campionato. L’11 di Masi sino a un mese addietro era in piena zona retrocessione, ma con un filotto di 4 vittorie consecutive si porta a quota 23, addirittura al 10° posto. Questa volta a farne le spese è l’Aversa, che perde 1-2 in casa. Andati in vantaggio con Vanacore (classe 93), i normanni si fanno rimontare dai gol di Candiano e D’Antoni, sempre nel primo tempo.

Infine, nello scontro salvezza di Reggio Calabria, l’Hinterreggio batte 3-2 il Campobasso, portando così a 4 i punti sulla diretta concorrente. Il neo acquisto Cruz, proveniente dal Catanzaro, realizza una doppietta, intervallata dai gol di Ungaro, l’autorete dello stesso difensore calabrese, ed il gol di Fella per i molisani.

Classifica girone A:

Castiglione 36, Savona 36, Pro Patria 34, Bassano 32, Alessandria 31, Renate 29, Mantova 27, Venezia 25, Forlì 25, Monza 22, Bellaria 18, Vallèe D’Aoste 17, Santarcangelo 16, Rimini 15, Santarcangelo 15, Casale 14, Fano 11, Milazzo 8.

Classifica girone B:

Salernitana 40, Aprilia 34, Pontedera 32, Poggibonsi 28, Chieti 28, L’Aquila 27, Martina 26, Gavorrano 26, Teramo 25, Borgo a Buggiano 23, Arzanese 23, Foligno 22, Vigor Lamezia 20, Melfi 20, HinterReggio 19, Campobasso 15, Aversa 15, Fondi 9.

di Massimo Merlo

    Print       Email

You might also like...

Mondiale U20: Italia 1 – Polonia 0

Read More →