Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

X-men Deluxe presenta: X-Factor

By   /   7 Gennaio 2013  /   Commenti disabilitati su X-men Deluxe presenta: X-Factor

X-factor è stata per molti anni la serie “per intenditori” della Marvel. In un periodo fumettistico molto caotico come gli anni 90, dove i mutanti erano all’apice del successo ma si dividevano in una quantità di testate mensili infinite, un albo spiccava su tutti per originalità e bellezza: X-factor!

Il fautore di tale successo era uno: Peter David, autore notissimo ai lettori di Hulk per la sua lunghissima ed innovativa gestione del personaggio che divenne in breve tempo uno dei personaggi cult della Marvel.

Peter David con X-factor rivoluzionò il concetto di gruppo di eroi mutanti, non più dei reietti nascosti agli occhi della gente ma degli agenti governativi che agiscono alla luce del giorno, anzi addirittura sotto la luce dei riflettori!

Dopo il grande successo dovuto alla gestione di David la serie ha vissuto vicende alterne con miniserie ed un grande ritorno nel 2005 sempre con Peter David come sceneggiatore, segno che questo grande scrittore è ormai legato indissolubilmente alle vicende di questo gruppo.

Una delle caratteristiche che mi piace sottolineare della vita editoriale di X-factor è la presenza di grandi autori italiani ai disegni della serie. Per primo il grande Marco Santucci che per anni è stato il disegnatore di punta di questa testata, attualmente il testimone è passato alla talentuosa Emanuela Lupacchino.

In Italia la pubblicazione di X-factor è sempre stata molto confusionaria e frammentata, ormai una sorta di marchio di fabbrica della Panini che, solo di recente, sta dedicando dei numeri monografici di X-men Deluxe a questa serie; considerate che in questo numero sono presenti storie pubblicate in USA nel 2011.

Il numero 213 di questa “serie contenitore” propone la run completa “peccati originali” in cui assistiamo al parto di Wolfsbane ed alla battaglia tra divinità per accaparrarsi il neonato figlio della mutante generato insieme alla divinità-lupo Asgardiana Hrimhari.

In aiuto della mutante arriverà uno dei personaggi storici della Marvel: Jack Russel, ovvero Licantrupus (Werewolf by night),  lupo mannaro nato negli anni 70 dalle menti geniali di Gerry Conway e Mike Plogg.

Questo numero è chiaramente di transizione, assistiamo ad eventi centrali nella saga di X-factor,  si percepisce come David stia preparando il campo per un cliffangher narrativo nei prossimi volumi.

Oltre alle storie, sempre ottime, di Peter David, che in questi giorni è stato colto da un ictus e a cui facciamo i nostri auguri di pronta guarigione, l’elemento di spicco sono i disegni di Emanuela Lupacchino. Emanuela ormai è considerata una delle stelle italiane del fumetto USA, con uno stile morbido e dettagliato oltre che con una costruzione eccezionale delle tavole. Il consiglio è di tenere d’occhio il talento di questa autrice romana, sono sicuro che in breve tempo diventerà una stella di primo piano del fumetto mondiale.

Dal punto di vista editoriale la Panini ha scelto una pubblicazione economica da edicola, una decisione che le nostre tasche accolgono con entusiasmo, anche se il ritardo con cui ci viene proposta questa serie è scandaloso, inoltre in questo numero vengono inserite due storie brevi totalmente slegate alla vicenda di X-factor che servono solamente da riempitivo.

Concludendo una serie divertente e moderna, scritta in maniera magistrale e illustrata da una delle migliori matite italiane. Visto che la serie è slegata dalle dinamiche delle altre testate mutanti è leggibile anche senza conoscere l’universo Marvel, quindi è una lettura consigliata a tutti, anche a chi non ha mai letto i mutanti della casa delle idee.

X-men Deluxe presenta: X-factor (numero 213) Brossurato.Pag. 144  a colori, euro 6,00

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

La visione mutante di Hickman

Read More →