Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

The Amazing Spider-man 700

By   /   31 Dicembre 2012  /   6 Comments

Spoiler Allert!

Con la fine del 2012 non è finito il Mondo come avevano annunciato i Maya ma è sicuramente terminata un’era nel fumetto USA.

Molti di voi avranno letto sui giornali e sentito in Tv la notizia: “è morto Spider-man!” Inizialmente alcuni hanno creduto che fosse il classico escamotage pubblicitario per rialzare le sorti del personaggio non proprio nel suo momento di massimo splendore editoriale,  invece nel numero 700 della storica serie USA The Amazing Spider-man assistiamo alla fine, oltre che di un’epoca fumettistica, dell’Uomo Ragno come lo conoscevamo.

La trama ideata da Dan Slott vede il malefico Doc. Octopus, storica nemesi dell’Uomo Ragno, in fin di vita. Come ultima risorsa il Dottore riesce in uno scambio di menti con Peter Parker (ovvero Spider-man) riuscendo in questo modo ad ingannare la morte e al contempo a condannare a morte il suo arci-nemico. La situazione quindi è la seguente: la mente di Octopus è nel corpo di Spider-man mentre la mente di Peter Parker è destinata a perire nel corpo ormai morente del Dott. Octopus. Peter cercherà di riavere il suo corpo in tutti i modi, ma lo scaltro Octopus impedirà un ulteriore cambio con un epilogo tragico ma inevitabile, la mente di Peter Parker morirà insieme al corpo del Dott. Octopus!

L’evoluzione più sconvolgente di questo scambio sarà dato dai ricordi contenuti nel corpo di Peter, infatti il malvagio Otto Octavius, rivivendo tutti i ricordi e le emozioni di Peter, cambierà radicalmente atteggiamento promettendo nella parte conclusiva dell’albo di prendere il posto di Spider-man con un nuovo nome: Superior Spider-man!

Questo numero speciale, più di 100 pagine, oltre ad essere l’ultimo numero della testata USA Amazing Spider-man è anche il prologo alla nuova serie regolare dedicata al ragno intitolata Superior Spider-man che partirà con il numero Uno il mese prossimo in USA.

Questo numero di Spider-man, 700 numeri con le avventure di uno dei personaggi simbolo del fumetto mondiale, oltre ad aver suscitato un grandissimo interesse mediatico sul personaggio simbolo della Marvel è anche l’ultimo numero della serie storica dedicata all’Uomo Ragno.

Quest’ultimo albo, oltre alla storia di Dan Slott illustrata da Humberto Ramos con la fine di Peter Parker, contiene una storia disegnata dall’ottimo Giuseppe Camuncoli scritta da J.M DeMatteis ed una storia breve di Jen Van Meter e Stephanie Buscema con protagonista la Gatta Nera.

Questo ultimo numero ha suscitato molte polemiche e proteste, addirittura alcuni lettori di Spider-man particolarmente “esagitati” hanno inneggiato e minacciato di morte lo scrittore Dan Slott reo, a loro avviso, di aver voluto uccidere un’icona del fumetto considerata da molti intoccabile.

The Amazing Spider-man 700 ed il suo sconvolgente epilogo ha avuto l’effetto sperato! Ha attirando l’attenzione di molti lettori e soprattutto dei media che hanno diffuso subito la notizia della morte del super eroe simbolo della “casa delle idee” suscitando la curiosità di tanti e le ire di alcuni lettori Marvel.

Come accade ogni volta alla fine di un evento fumettistico apparentemente sconvolgente il motto nel mondo del fumetto USA è sempre lo stesso: “sconvolgi tutto per tornare poi sempre al punto di partenza”, pertanto non credo che la situazione tarderà molto a ritornare allo status di partenza.

Concludendo un numero storico, la fine di una delle serie storiche del fumetto USA, un albo con un finale sconvolgente che molti non accetteranno ma che segna un punto di svolta nel mercato dei comics USA. L’appuntamento con “l’arrampicamuri” è per il mese prossimo con Superior Spider-man, anche se per molti non sarà lo Spider-man con cui sono cresciuti e che hanno amato.

The Amazing Spider-man N° 700. Marvel comics, $ 7,99. 107 Pag. A colori. (In lingua originale)

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

6 Comments

  1. Renatoumberto ha detto:

    Credo che sia una “morte a tempo” come quella di Superman, Capitan America ed altri meno famosi come ad esempio Freccia Verde e occhio di falco.
    Sicuramente la “mossa” della Marvel avrà i suoi frutti…questo numero è andato subito esaurito ed i media tradizionali ne hanno parlato parecchio. 
    Insomma se volevano pubblicità ci sono riusciti 😉 

  2. Bryger ha detto:

    Concordo con i commenti qui sotto, una cosa è ‘sostituire’ un eroe vecchio con uno nuovo, vedi il flash della DC che mi pare sia al terzo ‘interprete’, operazione che può essere fatta però solo con personaggi non certo famosi e ormai entrati nella cultura mondiale come l’arrampicamuri, un’altra è sostituirlo con un supercriminale, anche se redento (ma in fondo sempre malvagio); è un’operazione che non può avere un futuro secondo me, può essere solo una trovata momentanea per incrementare le vendite (ultimamente devo dire ne stanno accadendo troppe comunque, vedi morte della torcia umana); peter parker è ormai un personaggio troppo radicato nelle coscienze per poterlo sostituire (ricordate la storia del clone Ben Reilly?) quindi o si chiude la serie definitivamente o si va avanti con lui, nessuno potrà mai prenderne il posto e questo alla marvel lo sanno e bene…

  3. Renatoumberto ha detto:

    Il problema è che i “creatori” come Stan Lee non possono mettere veti sui loro personaggi. Sono di possesso della Marvel (è lo stesso anche con le altre case editrici). In passato molti autori si sono ribellati a questa politica, in primis Frank Miller (creatore di Elektra su daredevil) ma non sono mai arrivati a nulla, ovviamente la marvel et similia non cedono.
    Tu speri che superior sia un flop…ma purtroppo i dati di vendita di marvel now sono altissimi e questo numero di amazing è già in ristampa…la marvel scriverà anche un sacco di fesserie, ma dal punto di vista del marketing ci sa fare 😉

  4. 271185 ha detto:

    è bello vedere spider-man prima stuprato con patti mefistofelici vari e poi umiliato con questa cosa. era meglio ucciderlo che creare uno octopus spider-man. mio dio, che scempio di un icona. ma stan lee non dice niente? io minaccerei la disney e la marvel al suo posto. è meglio scrivere banalità che stupidaggini e la marvel ne sta scrivendo a bizzeffe di stupidaggini. io spero che in america prima e in italia poi come nel mondo i fan di spider-man non comprino piu’ un fumetto. vabbè che se le cose vanno male peter parker tornerà magicamente in lui grazie a qualche patto con dio o san francesco

  5. Renatoumberto ha detto:

    Credo che questa sia una semplice mossa pubblicitaria, tempo qualche mese e tornerà lo spider-man di sempre. La cosa peggiore di tutte e’ l’incapacita’ da parte della Marvel di dare autori di primo piano ad un personaggio simile. Scempi narrativi come one more day e brand new day…per non parlare di spider island non sono degni di essere associati al nome di spider-man.
    Renato Umberto

  6. Goldor_asr ha detto:

    Dico tutta questa perversione legata al denaro priva il mondo di un Supereroe come Spiderman dandoci un innesto al posto dell’originale…
    Ma dico non si sarebbe fatto prima ad ideare un nuovo personaggio?
    Magari troppo rischioso e troppo originale?
    Spero Superior Spider Man non abbia alcun seguito ed auguro di raggiungere i minimi storici di vendita ai suoi autori !!!
    Fabio

You might also like...

Gherd La ragazza della nebbia

Read More →