Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Greg Lemond si candida alla presidenza dell’Uci:”Ora o mai più!”

By   /   4 Dicembre 2012  /   Commenti disabilitati su Greg Lemond si candida alla presidenza dell’Uci:”Ora o mai più!”

“La credibilità del ciclismo e la sua reputazione sono state danneggiate dalle azioni e omissioni dell’UCI: non dobbiamo avere paura della verità”. La lettera che il gruppo “Change Cycling Now” ha inviato a tutti gli appassionati ed addetti ai lavori non ammette fraintendimenti.

Il caso Armstrong ha aperto una grande ferita nel ciclismo e, come ha dichiarato lo stesso Greg Lemond, tre volte vincitore del Tour de France e leader del movimento, è questo il momento per la rivoluzione.

Proprio l’ex ciclista infatti si è candidato alla presidenza dell’Unione ciclistica internazionale. “Sì, sono pronto, mi è stato chiesto di candidarmi e ho accettato – ha rivelato ad un quotidiano francese il due volte campione del mondo -. Col movimento Change Cycling Now vogliamo cambiare il ciclismo, è il momento di agire, ora o mai più. Dopo il nuovo terremoto causato dal caso Armstrong, non si presenterà un’altra possibilità per farlo”.

Il movimento Change Cycling Now ha le idee chiare, ed in una lettera aperta le ha elencate per punti:

1. Commissione verità e riconciliazione
Lo sport del ciclismo deve rompere con l’omertà e stabilire un Truth and Reconciliation Commission (TRC, Commissione di Riconciliazione e Verità) indipendente. Il punto di riferimento in partenza può essere la Wada.
Il TRC deve ricevere informazioni e testimonianze di corridori, personale dei team, organizzazioni sportive e altre parti interessate in riferimento alla somministrazione di doping e pratiche di doping.
Severe sanzioni, per quanto possibile, vanno previste per chi non collabora.
Il TRC deve avere la possibilità di applicare una amnistia per chi sceglierà la strada della collaborazione piena e completa.

2. Commissione indipendente per indagare l’UCI e la gestione
Una commissione indipendente (ICR) dovrà essere istituita per indagare sull’UCI:
– la Commissione deve avere l’autorità di visionare tutti i documenti in possesso dell’UCI;
– deve essere in grado di richiedere i documenti e le testimonianze di terzi;
– deve avere pieni poteri per interrogare i testimoni;
– deve poter disporre dei dati dei test della WADA;
– deve impegnarsi a pubblicare i risultati due mesi prima di una sessione speciale del Congresso.

3. Controlli indipendenti doping
La responsabilità di decidere chi deve essere controllato, quando, quali farmaci controllare: tutte queste decisioni devono spettare ad un ente indipendente.

4. Il cambiamento culturale
L’UCI:
deve agire nell’interesse della salute e del benessere dei corridori;
– modificare i ruoli che hanno una influenza sproporzionata per l’organizzazione; recuperare la fiducia in questo sport;
– sviluppare un cambiamento culturale di trasparenza e apertura

Le elezioni più importanti della storia del ciclismo saranno a fine 2013, il bivio tra conservazione e cambiamento non è mai stato così segnato.

di Antonio Massariolo

    Print       Email

You might also like...

Il Nuovo Latina Lady vince contro lo Sporting Latina Women

Read More →