Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

La Siria è isolata: blackout delle comunicazioni

By   /   1 Dicembre 2012  /   Commenti disabilitati su La Siria è isolata: blackout delle comunicazioni

La Siria è isolata dal resto del mondo. Da due giorni Internet è bloccato e i servizi telefonici sono parzialmente interrotti. Tutto questo fa temere il peggio: gli attivisti dell’opposizione hanno accusato il regime di preparare un “massacro’”interrompendo le vie di comunicazione.

Amnesty International ha subito rilasciato un comunicato in cui esperime tutta la propria preoccupazione. “Temiamo che possa essere la spia delle intenzioni del governo siriano di nascondere al mondo la verità su quanto sta accadendo sul terreno – ha detto la vice direttrice per il Medio Oriente e l’Africa, Ann Harrison – chiedendo il rispetto della popolazione civile”.

Il Ministro dell’informazione siriano sostiene invece che a a causare il blackout online sarebbero stati i “terroristi”. Alcuni analisti però, sembrano concordare sul fatto che sia stato lo stesso Assad ad ordinare il blocco di Internet, così come quello di diverse reti di comunicazione telefonica.

Un blackout di internet aveva interessato lo scorso anno Egitto e Libia, come misura contro le rivolte. Ora sembra il turno della Siria, dove i combattimenti tra ribelli ed esercito siriano continuano nei quartieri meridionali di Damasco e a sud della capitale.

Intanto la rete si mobilita. Su Twitter è comparso l’hashtag #SyriaBlackoout , attraverso cui è possibile seguire tutte le news sul fenomeno. Google ha riattivato il servizio Speak2Tweet , che permette di registrare per telefono brevi messaggi  che vengono automaticamente trasformati in testo postato su Twitter.

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →