Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Ritorna la NBA. Tutti a caccia dei Miami Heat

By   /   30 Ottobre 2012  /   Commenti disabilitati su Ritorna la NBA. Tutti a caccia dei Miami Heat

Questa notte la NBA farà il suo attesissimo ritorno, con l’inizio della regular season. Ci eravamo lasciati con i Miami Heat e Lebron James sul tetto del mondo con gli Oklahoma City Thunder a masticare amaro per delle Finals in cui non sono mai realmente entrati. Si va verso una replica della stessa finale anche quest’anno? Rallentiamo, di cose ne sono cambiate parecchie quest’estate.

LE CONTENDER. Gli Heat si sono ulteriormente rinforzati con l’arrivo del “grande traditore” Ray Allen che ha scelto i campioni in carica al posto di un ottimo rinnovo contrattuale propostogli dai Celtics. Lebron James e compagni quindi rimangono i favoriti per il titolo ma attenzione ai Los Angeles Lakers che hanno messo insieme un quintetto di All-stars con gli arrivi di Steve Nash dai Suns e del giocatore più ambito sul mercato, Dwight Howard. Un gradino indietro restano i Boston Celtics che hanno, comunque, saputo rimediare alla partenza di Allen con l’arrivo di Jason Terry dai Mavs e con altri buoni giocatori che li hanno resi più profondi, a livello di rotazioni, rispetto alla passata stagione. A Ovest, invece, dietro ai Lakers troviamo gli Oklahoma City Thunder. La cessione di James Harden sembra aver lasciato un vuoto che sarà difficilmente colmabile dal solo Kevin Martin. Tutti i componenti del roster saranno chiamati a dare qualcosa di più soprattutto in fase realizzativa. In terza fascia troviamo, invece, gli eterni San Antonio Spurs e i Los Angeles Clippers di Chris Paul.

LA LOTTA PER UN POSTO AI PLAYOFFS. Alle spalle delle squadre sopracitate sarà grande bagarre per un posto nei playoffs se si escludono quelle 5/6 squadre disastrate (Bobcats, Cavs e Raptors) o in piena rifondazione (Hornets, Wizards e Magic). Le altre potranno dire la loro fino all’ultimo con Brooklyn Nets, Philadelphia 76ers, New York Knicks e Minnesota Timberwolves che si candidano al ruolo di mine vaganti nelle rispettive conference.

GLI ITALIANI. Bargnani, Gallinari e Belinelli si apprestano tutti ad affrontare situzioni differenti. Bargnani è atteso da un annata difficile con i Raptors che comunque hanno aggiunto giocatori interessanti al roster come Kyle Lowry e Jonas Valanciunas. Quest’ultimo potrebbe permettere al lungo azzurro di giocare nella posizione a lui più congeniale, ossia quella di ala grande. I playoffs rimangono, comunque, un obiettivo difficile da raggiungere per questi Raptors. Gallinari si sta ergendo sempre più come uno dei leader in campo e fuori dei Denver Nuggets, squadra senza una vera stella ma che, grazie alla propria versatilità e al proprio atletismo potrebbe dare parecchio fastidio anche alle big. Belinelli dei tre è quello che forse sente maggiormente la pressione di una piazza, quella di Chicago, che conta i giorni al rientro di Derrick Rose. Il Beli viene da una pre-season non esaltante ed è conscio che questa potrebbe essere la sua vera grande occasione nella NBA.

di Andrea Centenari

    Print       Email

You might also like...

GP Suzuka – Giappone: l’analisi della gara

Read More →