Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

The Fantastic Four Omnibus by John Byrne

By   /   7 Ottobre 2012  /   6 Comments

I Fantastici Quattro sono stati uno dei capolavori del duo Jack Kirby e Stan Lee (anche se molti dubitano del contributo creativo che avrebbe dato Stan Lee), che con la creazione del quartetto, di Spider-man e degli altri eroi classici della Marvel Comics rivoluzionarono il mondo dei comics U.S.A.

Devo ammettere di non essere mai stato un grande appassionato dei Fantastici Quattro, anzi in una mia personale classifica di gradimento Marvel probabilmente sarebbero in zona retrocessione. Oggettivamente uno dei limiti di cui soffre il fumetto (Marvel, Dc, ed altri) in Italia è la mancanza di raccolte contenenti i “best of”.

Negli Stati Uniti c’è da sempre l’abitudine di raccogliere le storie in Tp (trade paperback) sia con materiale recente che con materiale d’epoca. In Italia, per fare un esempio, per leggere i Fantastici Quattro di John Byrne si dovrebbe recuperare la serie dei F4 della Star Comics e parte di quella della Marvel Italia. Questo, oltre ad essere poco pratico dal punto di vista dello spazio, è anche poco economico per il prezzo degli albi ormai esauriti.

Se in Italia avessero ristampato in volumi la run di Byrne dei F4 per leggerli sarebbe bastato comprare 9 volumi brossurati dal costo e dall’ingombro contenuti.

Questa premessa serve ad introdurre il bellissimo e mastodontico volume Omnibus dei Fantastici Quattro di John Byrne.

Questo “tomo” di più di 1000 pagine racchiude la prima parte delle gestione di John Byrne di questa storica testata. Gli albi contenuti in questa raccolta coprono le annate che vanno dal 1977 al 1983 e vedono i quattro supereroi fronteggiare i loro classici nemici dal Dottor Destino fino a Galactus passando per Blastarr e per Terrax (qui alla sua prima apparizione).

Inoltre tra i personaggi presenti c’è anche Herbie il robot; personaggio nato nel cartone animato dei F4 che venne introdotto anche nel fumetto per dare un senso di continuità tra le due serie.

Le storie di Byrne sono considerate in maniera unanime ed indiscussa come le migliori  avventure dei Fantastici Quattro. Ci sono avventure cosmiche ed altre di ambientazione urbana ma quello che rimane centrale nelle storie di Byrne è quel “sense of wonder” che riesce a mantenere sempre l’attenzione sulle gesta dei quattro eroi. Supereroi che spesso si dimostrano “persone comuni” e che devono lottare con la propria mente per superare fobie o riuscire ad elaborare un lutto.

Per la prima volta, dall’uscita dello storico numero uno di Lee e Kirby, i Fantastici Quattro tornano ad essere la super famiglia della Marvel.

Oltre alla profondità narrativa di Byrne nel creare storie fantastiche e spesso tragiche la grandezza di Byrne sta nel suo stile grafico moderno, talmente moderno che ancora oggi, dopo tanti anni, risulta visivamente al passo con i tempi.

Questa edizione Omnibus è ovviamente un’edizione originale made in USA. Questo  limiterà molto chi non conosce l’inglese e vorrebbe scoprire questa grande gestione del quartetto ad opera di uno dei maggiori autori di comics degli anni 80.

Dal punto di vista editoriale ci troviamo di fronte ad uno volume immenso e curatissimo, rilegatura robusta (che con quasi 1100 pagine di libro è importante) titoli incisi in argento e sovracopertina. Da non sottovalutare il cambio favorevole euro\dollaro che permette di comprare questo mastodontico volume per circa 80 euro che, considerando, il prezzo dei volumi in Italia direi che è quasi un affare. I colori sono stati restaurati rendendo l’opera meno “vintage” e quindi meno appetibile per i nostalgici dell’opera originale ma più attraenti e scintillanti per i nuovi lettori.

In effetti, anche in Italia, si parla spesso di questa “run” dei Fantastici Quattro ma in pochi hanno avuto effettivamente l’occasione di leggerla in maniera completa. Se avete amato il lavoro di Byrne sui F4 all’epoca della Star Comics non potete rinunciare a questa edizione e rileggere, magari tutta d’un fiato, questa serie.

Se non avete mai letto le storie scritte e disegnate da Byrne, ma ne sentite parlare da anni, il consiglio è quello di procurarvi questo bellissimo volume.

Ovviamente per poter apprezzare questo libro è necessaria la conoscenza dell’inglese, quindi mano al dizionario e comprate questo Omnibus.

Come scritto sopra non sono mai stato un grande Fan dei Fantastici Quattro ma, dopo aver letto questo libro, capisco perché John Byrne è tanto amato dai lettori di questa storica serie.

Se cercate una lettura coinvolgente, appassionante, ben scritta e magnificamente disegnata questo è il tomo che fa per voi. Non ve ne pentirete!

Fantastic Four Omnibus by Byrne vol.1, Cartonato, a colori, 1090 pag. $ 125,00. In lingua originale.

Di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

6 Comments

  1. Renatoumberto ha detto:

    Io invece adoro i volumoni! mi piace l’idea che in un volume ci sia tutta una “Run”!
    Ovviamente questi sono gusti, certo che se in Italia ci fossero più edizioni si potrebbe scegliere. Di Byrne in USA ci sono Omnibus e Tp della serie Visionaries…in Italia gli spillati della Star …

  2. davide ha detto:

    non amo molto gli omnibus, pesanti, difficili da tenere in mano durante la lettura ecc.
    ma è vero che in italia le raccolte economiche non esistono. al posto dell’omnibus mi prenderei gli spilalti, che comunque si trovano e a pochi soldi. ma è questione di abitudine. sarebbe bello che panini raccogliesse parte della run in formato marvel gold!
    devildavo.blogspot.com/

  3. Renatoumberto ha detto:

    è ovvio che le innovazioni di Lee e Kirby sono insuperabili…hanno “sconvolto” il modo di intendere il fumetto supereroistico! Ma è innegabile che Byrne è l’unico nell’era moderna del fumetto che può rivaleggiare con lo storico duo.
    Inoltre scrivo nell’articolo: “Per la prima volta, dall’uscita dello storico numero uno di Lee e Kirby, i Fantastici Quattro tornano ad essere la super famiglia della Marvel.”
    Mi sembra di aver riconosciuto il valore del lavoro di Lee e Kirby.
    Comunque grazie per il commento!

  4. Simone Polo ha detto:

    Hai scritto: “Le storie di Byrne sono considerate in maniera unanime ed indiscussa come le migliori  avventure dei Fantastici Quattro. ” Ciò è sbagliato, le migliori avventure sono sicuramente quelle di Stan Lee e Jack Kirby. Byrne riuscì a ricreare il medesimo sense of wonder, ma non riuscì mai a ripetere l’incredibile catena di innovazioni che portarono i 2 negli anni 60.

  5. Renatoumberto ha detto:

    Grazie!

  6. D Orazi Fabio ha detto:

    Ottima recensione e ghiotta occasione !!!

You might also like...

Nasce Moleste: collettivo per la parità di genere nel fumetto

Read More →