Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

Volley Donne, morto suicida ct Russia

By   /   30 Agosto 2012  /   Commenti disabilitati su Volley Donne, morto suicida ct Russia

Il mondo del volley si sveglia con una tragica notizia, Sergei Ovcinnikov ct della selezione femminile della Russia e allenatore del Dinamo Mosca si è tolto la vita, una fine tragica, nella sua camera d’albergo in Croazia dove si trovava con il club russo in ritiro.

Le prime notizie, frammentarie, raccontano di una morte improvvisa in albergo, poi gli aggiornamenti giunti dalla Russia hanno delineato i contorni di una storia triste che deve far riflettere, Ovchinnikov è morto suicida, sembra a causa della delusione post Olimpiade per aver raccolto solo un quinto posto, quando i pronostici davano le ragazze sovietiche sul gradino più alto del podio.

Morire di sport, morire per una sconfitta cocente, ma comunque per una sconfitta sportiva, una fine assurda che ha lasciato di stucco l’intero movimento. Un fardello troppo pesante da portar addosso, due Olimpiadi vinte in passato dalla selezione russa e soltanto un quinto posto a Londra, le pressioni, le critiche, le illazioni circa uno scarso coinvolgimento nelle sorti della nazionale, tutti piccoli carichi di responsabilità che alla lunga hanno portato all’esasperazione l’ormai ex ct. Il suo predecessore Kuzuytkin ha parzialmente confermato i rumors dichiarando: “Dopo le Olimpiadi era un uomo distrutto, ha sofferto molto, un quinto posto che non è andato giù, una delusione probabilmente presa troppo sul personale!”. Gli amici del coach invece non vogliono credere a ciò che i giornali scrivono, definendo l’amico Sergei, un personaggio vitale e dinamico.

Il decesso di Ovchinnikov va ad aggiungersi ad una schiera di suicidi celebri nel mondo dello sport, come il ct della nazionale gallese di calcio Gary Speed, o Robert Enke portiere dell’Hannover, o Sergio Shulmeister portiere dell’Hurracan. Che le pressioni su sportivi di alto livello siano eccessive?

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Gran Premio di Abu Dhabi

Read More →