Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Libia. Distrutto in pieno centro il tempio Sufista

By   /   25 Agosto 2012  /   Commenti disabilitati su Libia. Distrutto in pieno centro il tempio Sufista

Nel pieno centro della capitale Tripoli, un tempio, contenete le reliquie di un santo di religione Sufista, è stato attaccato e parzialmente distrutto da un gruppo ultra conservatore Salafista Islamico.

I residenti hanno detto di aver visto uomini attaccare con dei bulldozer, senza che la polizia intervenisse, distruggendo parte della moschea al-Shaab al-Dahmani, il tempio Sufista. Anzi, a detta di testimoni oculari, sembrava che la polizia sovraintendesse alle operazioni. Inoltre, gli islamisti hanno distribuito degli opuscoli editi da un mufti Saudita della linea dura della scuola Islamica di Wahhabi.

Ieri, sempre ad opera di alcuni estremisti, è stato fatto crollare il tetto di un tempio, danneggiando la tomba di un discepolo Sufista vissuto nel 15° secolo, Abdel Salam al-Asmar, nella città di Zlitan, a circa 160 chilometri a sud est di Tripoli. Due giorni prima c’erano stati degli scontri tra gruppi rivali, in cui hanno perso la vita 3 persone.

I Sufisti sono visti dai Salafisti come idolatri. Il Sufismo o Tasawwuf è definito come l’unione antica del Cristianesimo e del Neoplatonismo, che ha dato vita ad una forma di ricerca interiore, il misticismo dell’Islam. Il Sufismo è la scienza della conoscenza diretta di Dio; le sue dottrine e i suoi metodi sono derivati dal Corano, anche se utilizza concetti derivati da fonti greche, persiane antiche e Indù. Proprio questa suo attingere a fonti diverse dal Corano è contestato dai più reazionari nonostante l’essenza del Sufismo sia prettamente islamica.

Il Vice Primo Ministro Libico, Mustafa Abushagur, ha scritto su Twitter che “la distruzione del tempio e della moschea è un crimine e coloro che lo hanno commesso saranno ritenuti responsabili”.

Lo scorso novembre, sono stati disseppelliti i corpi di due ecclesiastici musulmani dal tempio e moschea di Sidi Nasr, in Tripoli, per essere sepolti secondo la cultura della scuola Wahadi.
Recentemente c’è stata anche una dura presa di posizione a livello mondiale per la distruzione di un antico tempio, venerato dai Sufisti, in Timbuktu, Mali, ad opera del gruppo di Ansar Dine, legato ad al-Queda.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Accuse e contraccuse tra Iran e Francia Germania e Regno Unito

Read More →