Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Ciclomercato: Astana squadra da battere

By   /   17 agosto 2012  /   Commenti disabilitati

Ha dominato nelle Ardenne, ha vinto l’Olimpiade grazie ad uno straordinario Vinokurov, e per il prossimo anno il Team kazako sta cercando di imbastire una squadra che potrà avere ben pochi rivali.

Il colpo più importante è stato sicuramente l’arrivo di Vincenzo Nibali. Il siciliano lascia la Liquigas consapevole di poter vincere qualsiasi Grande Giro, senza dimenticare le classiche più adatte a lui. Assieme a Nibali in casa Astana è giunto anche il suo fedele gregario Vanotti, e per le corse a tappe hanno acquistato anche due “espulsi” dalla RadioShack, Fuglsang e Brajkovic.

“L’intesa raggiunta con Fuglsang è una pietra angolare per il Pro Team Astana del 2013 – ha commentato il Team manager Beppe Martinelli -. Con lui, Nibali e Brajkovic abbiamo tre ottimi capitani per essere competitivi nei tre Grandi Giri del prossimo anno. È un corridore ancora giovane che potrà dare il meglio di se nel nostro Team. Il Pro Team Astana sta costruendo una grandissima squadra, starà ai corridori e a tutto lo staff impegnarsi a ripagare la fiducia concessa”.

Le riconferme dei due eroi delle Ardenne, Gasparotto e Maxim Iglinskiy, hanno sistemato il tassello grandi classiche, mentre per le volate l’Astana è riuscita ad accaparrarsi uno dei velocisti più promettenti del panorama internazionale, Andrea Guardini. “Abbiamo preso Guardini perché vogliamo essere competitivi su tutti i terreni: lui è sicuramente il velocista che ci mancava – ha dichiarato Martinelli -. Nonostante la giovane età, in due anni di professionismo con la Farnese ha già raccolto 21 vittorie e dall’anno prossimo sono sicuro che agguanterà nuovi e più importanti traguardi. Abbiamo fra le nostre fila ottimi corridori  che lo supporteranno e gli permetteranno di competere con i migliori velocisti al mondo. I presupposti sono ottimi, non resterà che attendere la nuova stagione.

di Antonio Massariolo

    Print       Email

You might also like...

Alex Zanardi

L’avventura mondiale di Zanardi si chiude con un argento

Read More →