Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

L’Italvolley risorge asfaltando i Campioni Olimpici

By   /   8 agosto 2012  /   Commenti disabilitati

Un’Italia in modalità “Perfezione” quella vista oggi all‘Earls Court di Londra, un’Italia nuova, mai vista finora alle Olimpiadi; precisi e forti psicologicamente i ragazzi di Mauro Berruto hanno reso facile una vittoria fino a cinque ore fa insperata contro i Campioni Olimpici in carica, ossia gli Stati Uniti.

Le due selezioni sono scese in campo con i due sestetti ideali e non hanno aspettato neanche un secondo prima di iniziare a martellare, gli statunitensi forti a muro, gli italiani molto bene al servizio si sono dati battaglia per tutto il set. I campioni di Pechino hanno provato a scavare un piccolo break di +3, ma Dragan Travica dai 9 metri ha rimesso in equilibrio la bilancia con un 16 pari. I ragazzi in campo sentono la tensione e provano a giocare sul filo del rasoio, il nostro Zar Ivan Zaytsev in stato di grazia passa in ogni posizione, ma Suxho e compagni non mollano ed anche grazie ad un errore arbitrale giungono al set ball. I nostri ragazzi però rispondono colpo su colpo, ed alla fine riescono a portare a casa il set con un punteggio di 28-26.

Il secondo parziale ricomincia da dove era finito il primo, con Birarelli in campo al posto di Fei e con gli azzurri che macinano aces utili, ma se nelle altre partite della manifestazione londinese, Savani e compagni hanno perso la retta via dopo le rimonte degli avversari, stavolta i ragazzi di Berruto non hanno mollato neanche un centimetro, anzi si sono ricaricati con Zaytsev che sul 16 pari scava un break di +4. Ciò che resta del secondo set sono le bordate di Savani che spaccano il muro a stelle e strisce. 25-20 e due palline azzurre nel pallottoliere.

Il terzo set si sa è un crocevia importante, lo sanno bene anche Travica e Rooney, che al servizio non sbagliano un colpo, il set è tirato come gli altri, ma due primi tempi di SuperGigi Mastrangelo ed un pallonetto di Dragan mettono il punto ad un bel quarto di finale, ed anche all’esperienza Olimpica degli statunitensi. 25-20 anche stavolta e tutti a festeggiare.

In semifinale l’avversario sarà ancora più ostico, infatti gli azzurri dovranno vedersela con il Brasile, una sfida proibitiva, ma che verrà vissuta con fiducia dagli addetti ai lavori e dai tifosi, del resto sognare non costa nulla, se poi il mondo edonistico diventa realtà come oggi pomeriggio all’Earls Court ancora meglio.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

rogers

Clenbuterolo: nessuna squalifica per Michael Rogers

Read More →