Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Current Article

Londra è vicina, convocato ufficialmente alle Paralimpiadi 2012 il team Barilla Blu

By   /   25 Luglio 2012  /   Commenti disabilitati su Londra è vicina, convocato ufficialmente alle Paralimpiadi 2012 il team Barilla Blu

Sono stati ufficialmente convocati Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà nella Nazionale Italiana che parteciperà ai Giochi Paralimpici dal 29 agosto al 9 settembre.

Il Barilla Blu Team si veste di azzurro. Si è riunita ieri a Roma la Giunta Nazionale del Comitato Paralimpico Italiano, che ha ufficializzato i nomi dei membri della squadra italiana che dal 29 agosto al 9 settembre prenderà parte ai XIV Giochi Paralimpici di Londra. Alessandro Zanardi, Fabrizio Macchi e Vittorio Podestà hanno ricevuto la convocazione ufficiale e dunque difenderanno i colori dell’Italia nel ciclismo paralimpico.

Fabrizio Macchi, categoria C2, sarà impegnato nella prova ad inseguimento su pista in programma venerdì 31 agosto, nel Team Sprint il 2 settembre, nella cronometro su strada il 5 settembre e nella prova in linea su strada il 6 settembre.

Vittorio Podestà e Alessandro Zanardi, rispettivamente categoria H2 e H4, saranno in gara nella cronometro su strada il 5 settembre, nella prova in linea su strada il 7 settembre e nella staffetta mista l’8 settembre.

Se dicessi che ho provato sorpresa a leggere il mio nome tra i convocati – commenta Zanardi – non sarei di certo sincero, perché un pò me l’aspettavo. Di sicuro posso dire che sono felicissimo e orgoglioso di aver raggiunto questo traguardo, perché solo due anni fa non avrei mai immaginato di poter arrivare a tanto. Il sogno lanciato con questo progetto, il Barilla Blu Team e Share Your Dream, si sta avverando. Per questo devo ringraziare i miei due compagni di viaggio, Vittorio e Fabrizio che ho sentito davvero vicini in questo lungo e affascinante cammino e che sono stati per me una guida e un grande stimolo, così come tutti gli altri compagni della Nazionale, il Ct Mario Valentini e il mio tecnico personale Francesco Chiappero, grazie al quale ho fatto un grande miglioramento“.

Per me questa convocazione è ormai una piacevole abitudine – dichiara Macchi – dopo le mie partecipazioni a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008. La sicurezza di questa convocazione arriva dai risultati dell’ultimo quadriennio – 2 ori iridati e un argento su strada, un argento e un bronzo mondiale in pista – e soprattutto dal mio ottimo stato di forma e dalla consapevolezza di potermi giocare l’oro in più di un’occasione. Continuerò a lavorare duro fino alla partenza per Londra, tirando fuori il meglio di me come ho fatto finora. Sono felice di condividere questo momento con Alex e Vittorio: abbiamo intrapreso questo cammino assieme e tutti e tre lotteremo per realizzare il nostro sogno d’oro“.

Sono molto contento di questa convocazione – commenta Podestà – perché nonostante i posti assegnati al ciclismo fossero davvero molti, ogni atleta si sente in discussione fino all’ultimo. Ero abbastanza sereno e fiducioso perché negli ultimi mesi sono andato molto forte e ho vinto diverse gare in Coppa del Mondo e in Coppa Europa, e poi l’Italia quest’anno si è classificata al primo posto del ranking mondiale, conquistando ben 12 posti e ottenendo anche 2 wild card (posti che si vanno ad aggiungere a quelli già guadagnati dalla squadra). Un successo incredibile, poiché a Pechino 2008 eravamo quasi la metà, e gran parte di questo merito è da attribuire proprio al settore handbike che si è ben difeso in questa stagione conquistando 6 posti. I Giochi di Londra rappresentano l’avverarsi di due sogni: il primo è di poter partecipare alla mia seconda Paralimpiade e il secondo, quello più insperato, è di parteciparvi con Alessandro… Se solo penso che sono stato l’artefice del suo debutto alla Maratona di New York nel 2007, vedere dov’è arrivato adesso Alex mi riempie davvero d’orgoglio. A dire la verità c’è anche un terzo sogno, un ‘sogno d’oro’ da realizzare a Londra assieme ad Alessandro e Fabrizio.”

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →