Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Hulk e i Difensori n°1

By   /   19 luglio 2012  /   2 Comments

Finalmente, dopo anni di coabitazione editoriale con Daredevil, il gigante verde torna con una testata interamente dedicata alle sue gesta, anche se, come spesso succede, per le testate Marvel in Italia non è un vero e proprio albo monografico. I più “stagionati” tra i nostri lettori avranno avuto un sussulto leggendo il titolo della serie: Hulk e i Difensori infatti è stato uno dei titoli di punta della Corno negli anni 70. Ovviamente la Panini, avendo a disposizione i primi numeri della nuova serie di Hulk e dei Difensori, non si è lasciata sfuggire l’occasione di riportare nelle edicole italiane un titolo storico del fumetto Marvel dal gusto squisitamente vintage.

Nel corso degli ultimi anni Hulk è stato protagonista di numerose saghe non completamente legate alla continuity del Marvel Universe, come ad esempio Planet Hulk (durante Civil War), escamotage narrativo in quanto il personaggio non era di facile gestione vista la sua forza e la sua indole bestiale. Solamente nell’ultimo maxi evento Marvel intitolato, Fear Itself, il Golia verde prende parte allo scontro dopo esser diventato Nul The World Breaker.

I Difensori sono stati nel limbo editoriale lper molti anni, la loro ultima apparizione è stata  durante Civil War, ma in quel caso non erano presenti i membri originali del gruppo. Questa nuova serie riporta insieme il gruppo più eterogeneo del Marvel Universe capitanato come sempre dal Dott. Strange.

Il sommario di questo numero uno è composto da: The Incredible Hulk n°1, Hulk n°42, il primo numero dei Defenders e una storia breve del Dott. Strange che da prologo alla serie dei Difensori.

Il primo numero di Hulk ci mostra una situazione bizzarra: Hulk e Bruce Banner si sono divisi, sono diventati due entità separate. Il Golia verde vive sotto terra dove caccia e sembra abbia trovato la pace insieme alle creature del sottosuolo che lo venerano come un grande cacciatore. Al contrario un “disturbato” Banner si trova su un’isola spaventosamente simile a quella del Dott. Moreau dove cerca di ricreare Hulk insieme a degli assistenti “atipici”. Vedremo se le trame di Jason Aaron riusciranno a riportare freschezza alla testata di Hulk che onestamente avrebbe bisogno di essere rivitalizzata dopo diverse gestioni altalenanti.

Hulk n°42 vede protagonista Hulk Rosso, ovvero il Generale Ross, suocero di Bruce Banner, alle prese con una missione all’estero. Da questo numero potremmo leggere le avventure di Hulk Rosso ambientate in Medio Oriente, storie che in USA hanno creato un gran numero di polemiche, ma, per quanto si vede in questo primo capitolo della saga, non mi sembra abbia nulla di rivoluzionario tranne che per l’apparizione dei Vendicatori Segreti che intervengono alla fine della storia.

Il prologo del Dott. Strange al Greenwich Village serve per introdurre la nuova serie regolare dei Difensori e fa da prologo all’arrivo di un personaggio che potrebbe sconvolgere il mondo Marvel.

Infatti la prima missione dei redivivi Difensori sarà quella di fermare Hulk nero prima che diventi troppo potente e che riesca a fondersi con Hulk Verde diventando in pratica una creatura inarrestabile. La formazione dei Difensori è formata dal Dott. Strange, Silver Surfer, Iron First, e She Hulk; per ora Hulk Verde non osa scendere in campo contro Hulk nero per non correre il rischio  di essere assorbito.

Questo primo numero sembra promettente, serie interessanti e decisamente ben disegnate che potrebbero diventare le letture preferite di moltissimi appassionati di Comics. La cura editoriale dell’albo è buona, come quasi tutti gli spillati mensili della Marvel.

Di questo primo numero sono state realizzate ben 5 copertine diverse compresa una metallizzata.

Onestamente non capisco come si sia tornati alla moda delle Variant cover che imperversò, e per certi versi rovinò, il mercato del fumetto USA durante gli anni 90. Spero che i lettori siano più furbi di quanto credono gli editori e realizzino che comprare 5 copie dello stesso fumetto per collezionismo o peggio come investimento è solamente un “regalo” alla Panini.

Concludendo se non avete mai letto Hulk questo è il momento buono per iniziare a seguire le gesta del gigante di giada; ma se siete stati lettori di Hulk, ed il vostro metro di paragone è l’Hulk di Peter David, vi consiglio di evitare questo albo per non restare delusi.

Hulk e i Difensori n°1.Panini Comics, 80 Pag. a colori, euro 3,50. Spillato.

Di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email
  • Renatoumberto

    Manco se vede bene Hulk Nero… XD

  • Pierpaolopasquini

    3,50€ è già un regalo alla Panini… un vero furto autorizzato!

You might also like...

deadC1

Deadpool Classic n°1

Read More →