Loading...
You are here:  Home  >  Economia  >  Current Article

La Peugeot chiude uno stabilimento in Francia

By   /   12 July 2012  /   Comments Off

Il Direttore Generale della PSA Peugeot-Citroen, Philippe Varin, in una conferenza stampa ha dichiarato che la Peugeot chiuderà, dopo 30 anni, uno degli stabilimenti di produzione in Francia e prevede di tagliare circa 8.000 posti di lavoro, oltre ai 6.000 già annunciati lo scorso anno, per un totale di 14 mila posti di lavoro in meno.

Secondo il portavoce della Peugeot, Francois Roudier, per ridurre i costi nel 2014 la Peugeot chiuderà la vecchia fabbrica di Ailnay, alle porte di Parigi, e quella di Rennes. A circa la metà dei lavoratori di Ainlay verrà offerta la possibilità di transitare in quella di Poissy.

Nei primi sei mesi del 2012 le vendite di auto sono crollate del 14% in Francia e di quasi il 20% in Italia, con una perdita in liquidità circa 200 milioni di Euro al mese. La Peugeot intende ripianare il fatturato perso entro la fine del 2014.

Secondo i numeri della ACEA (European Automobile Manufacturers’ Association), alla cui Presidenza c’è Sergio Marchionne, quest’anno la vendita automobilistica in Europa calerà di circa 12.2 milioni di veicoli.

Questo suona come campanello di allarme per molte case costruttrici europee ed è possibile che misure simili possano essere prese anche a breve termine da altre industrie del settore, tra cui la Fiat. D’altronde, Marchionne lo ha in qualche modo anticipato la scorsa settimana, che in Italia, il cui tasso di utilizzo della capacità produttiva è inferiore a quello delle fabbriche francesi di Psa, se la congiuntura dovesse restare a questi livelli, ci sarebbe uno stabilimento di troppo.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Formaggio svizzero

Crollo dell’export per i formaggi svizzeri

Read More →