Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Siria: Annan propone governo di transizione

By   /   28 June 2012  /   Comments Off

L’inviato dell’Onu e della Lega araba per la crisi siriana, Kofi Annan, ha proposto ieri la formazione di un governo di transizione in Siria, con la partecipazione di funzionari vicini al presidente Bashar al Assad e di esponenti dell’opposizione, al fine di trovare una soluzione politica al conflitto in corso nel Paese. Le principali potenze (Russia, Cina, Stati Uniti, Regno Unito e Francia) discuteranno di questa ipotesi durante la riunione del Gruppo di azione per la Siria che si riunisce sabato prossimo a Ginevra.

Secondo lo schema proposto da Annan, questa nuova coalizione di governo potrebbe includere alcuni membri dell’attuale esecutivo siriano e dei gruppi di opposizione ma non i loro leader, la cui presenza potrebbe interferire con la transizione e minare la credibilità degli sforzi di governo o di riconciliazione, ha detto un diplomatico. “La descrizione fatta da Annan suggerisce che Assad possa essere escluso ma anche che alcuni leader dell’opposizione non ne siano parte”, ha spiegato un  diplomatico a condizione di anonimato.

TENSIONE AL CONFINE- Intanto cresce la tensione tra Siria e Turchia.Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha ribadito che la Turchia non intende attaccare militarmente la Siria dopo l’abbattimento venerdi di un suo F14 Phantom da parte della dca di Damasco. La Turchia, ha affermato Erdogan, “non mostra alcun atteggiamento ostile verso qualsiasi altro Paese” e “non ha l’intenzione di attaccare”.

Il governo turco però ha inviato negli ultimi giorni rinforzi verso il confine con la Siria, dopo l’abbattimento venerdì di un suo caccia da parte della Dca di Damasco, conferma oggi la stampa turca. Un nuovo convoglio di circa 30 mezzi militari è giunto nella città costiera di Iskenderun, a 50 km dal confine con la Siria. I quotidiani turchi hanno riferito nei giorni scorsi di movimenti di mezzi dell’esercito da Diyarbakir verso la frontiera.

ESPLOSIONI- Ci sono state esplosioni stamani davanti al palazzo di Giustizia a Damasco. Lo riferisce la tv di Stato siriana, secondo la quale si tratta di un attentato terrorista. E’ di tre persone ferite e 20 auto distrutte il bilancio delle due esplosioni registrate questa mattina. Non si contano quindi morti mentre è stata ritrovato un terzo ordigno non esploso nel parcheggio.

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

australia vittime

Australia. 8 bambini trovati accoltellati in casa

Read More →