Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Italia-Germania… come sempre

By   /   28 giugno 2012  /   1 Comment

Ed è ancora Italia-Germania. Una partita che rimanda a piacevoli ricordi per i colori azzurri: la “partita del secolo” dell’Azteca, la finale mundial del 1982, la semifinale di Dortmund di 6 anni. Molte volte i nostri colori si sono incrociati con quelli tedeschi nel corso dei tornei per nazionali. Spesso l’abbiamo spuntata diventando, per la nazionale che fu di Beckenbauer, Matthaus e Schnellinger, una sorta di incubo. Se si potesse formulare un teorema potremo tranquillamente dire che l’Italia sta alla Germania, come la stessa Germania sta all’Inghilterra. Gary Lineker disse: “il calcio si gioca 11 contro 11 e al 90’ vincono i tedeschi”. Ecco, per gli uomini che vivono oltre il Brennero si potrebbe tranquillamente utilizzare lo stesso assioma, cambiando solo la conclusione finale.

Italia-Germania è un classico del calcio mondiale. Questa sera, nella seconda semifinale di Euro2012, vivrà l’ennesimo capitalo, nella speranza che il match risulti più interessante del derby iberico giocato ieri sera. L’Italia arriva alla partita sulle ali dell’entusiasmo, consapevole di aver già ampiamente fatto il proprio dovere. La Germania invece, indicata come una delle grandi favorite del torneo, dovrà dimostrare di sapere compiere l’ultimo decisivo step della sua maturazione. Un processo iniziato al Mondiale giocato in casa nel 2006 e proseguito, sotto la sapiente guida di Loew, grazie a una politica di apertura ai tanti figli di emigrati. È la Germania multietnica (sono finiti i tempi del “mito del sangue”) degli Ozil, dei Podolski, dei Boateng, contro l’Italia dei Pirlo e dei Buffon, campioni arrivati agli ultimi anni di una carriera comunque luminosa.

di Luca Paradiso

    Print       Email
  • Francosicind

    come sempre così fu scritto,  e così rimarrà  scritto I T A L I A  germania

You might also like...

Coppa Italia

Coppa Italia – Il Latina batte il Novara ai rigori

Read More →