Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

L’importanza di Thiago Silva

By   /   13 giugno 2012  /   Commenti disabilitati

È la classica offerta irrinunciabile. Quarantasei milioni per un difensore sono una cifra fuori mercato, che un club con un pesante rosso in bilancio non può rifiutare. Il Paris Saint Germain, nel tentativo di assalto alla nobiltà calcistica, ha individuato nel rossonero Thiago Silva la pedina giusta per rendere la propria difesa a prova di Champions League. I nuovi ricchi continuano ad avanzare e grazie ai petroldollari stanno rivoluzionando le gerarchie del calcio europeo. Fino a un paio di anni fa sarebbe stato impensabile veder partire un big, uno dei pochi rimasti nel torneo italiano, con destinazione Ligue 1.

Nell’estate 2011 Pastore e Menez hanno aperto la strada. Si trattava di campioni in divenire. Thiago Silva invece è un’altra faccenda.

Tutto ciò apre ad alcune riflessioni che, inevitabilmente, coinvolgono il calcio italiano, nella sua generalità, e il Milan Football Club nella sua specificità.

La Francia ha messo la freccia e sta cercando il sorpasso nei confronti del nostro calcio. Per il momento c’è solo il PSG, ma la necessaria competizione che si aprirà farà si che anche altri club inizieranno a modificare il proprio modo di fare mercato.

La cessione di Thiago potrebbe dare il via a un effetto domino in casa rossonera. I maldipancia di Ibra sono in agguato. Le dichiarazioni di Cassano dal ritiro dell’Italia lasciano intuire che il clima nello spogliatoio rossonero non sia dei più tranquilli.

Quando si vende un giocatore importante, senza porsi l’obbiettivo di sostituirlo con uno altrettanto forte, è immancabile pensare a un ridimensionamento. Il Milan è sopravvissuto alle cessioni di Sheva e di Kakà, ma allora si trattava di giocatori che avevano imboccato la fase calante della propria carriera. Thiago invece è nel pieno della maturazione.

Il brasiliano è da tutti, colleghi e commentatori, ritenuto una pedina findamentale dell’undici rossonero. Per questo è in atto una mobilitazione da parte del tifo milanista. La tv ufficiale del club ha lanciato un appello a Berlusconi, pregandolo di non cedere ai soldi francesi. Anche all’interno della famiglia presidenziale c’è incertezza sul da farsi. Berlusconi sarebbe tentato (“Non riesco a non vendere Thiago Silva. Non posso farci nulla, mi danno 46 milioni di euro per averlo, per i nostri conti quei soldi sono troppo importanti”), ma teme l’impopolarità della mossa. La figlia Barbara non vuole assolutamente cedere. Marina e Paolo invece spingono per l’accordo, per loro il Milan è solo una zavorra.

Nella delicata scelta, tra i soldi e la competività della squadra, passa anche il futuro del nostro campionato. Continuare a farci scippare dalla Ligue 1 (anche Lavezzi ha scelto Parigi) sarebbe l’ennesima dimostrazione del crollo di quello che un tempo era il campionato più bello del mondo.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Dani+Osvaldo+Southampton+v+Crystal+Palace+MP_Ynm8DTTJl

Calciomercato – L’Inter prende Osvaldo, il Napoli ci prova con Fellaini

Read More →