Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Intervista a Chiara Mognetti di Emmetre Edizioni

By   /   3 June 2012  /   4 Comments


Chiara presentati ai lettori di Italnews

Ciao a tutti, sono Chiara Mognetti, titolare e responsabile di Emmetre Edizioni, casa editrice italiana, che pubblica fumetti di personaggi di successo, tutti ideati dal fumettista esplosivo  Fabrizio De Fabritiis, come il mitico supereroe  Capitan Nova, il superobot Romabot Centurion i pittoreschi supereroi Defenders of Europe. La mia casa editrice è inoltre specializzata nella realizzazione di fumetti promozionali per enti, aziende, personaggi pubblici e qualsiasi realtà che voglia avvalersi di storie e personaggi a fumetti per farsi conoscere e promozionarsi. Abbiamo anche realizzato opere per la provincia di Pavia, con il personaggio di Lino Lomel, per la Confartigianato Alto Milanese, con Filippo Confalmi e per finire personaggi pubblici come Piero Longhi (campione Italiano di Rally) insieme a Capitan Ventosa.

Ci racconti brevemente la storia editoriale della Emmetre Edizioni?

Brevemente è una parola… in otto anni di cose ne abbiamo fatte veramente tante! Bè, ufficialmente la Emmetre Edizioni, nasce nel 2008, quando pubblica il suo primo prodotto editoriale, il primo numero della rivista semestrale “Capitan Novara Magazine” (ora Capitan Nova Magazine). E’ il ramo editoriale della Emmetre Service, agenzia pubblicitaria di cui sono titolare, che si è fatta conoscere nel mondo dei fumetti e non solo dal 2004, quando incominciò a pubblicare i fumetti di un personaggio molto particolare: Capitan Novara, il primo supereroe italiano fortemente legato al territorio (Novara e dintorni appunto), eroe serio, spesso ironico, assolutamente non parodistico come molti potrebbero credere. Particolare è stato il modo in cui le avventure di questo personaggio venivano pubblicate, cioè sulle tovagliette pubblicitarie di carta distribuite in decine di migliaia di copie nei locali più frequentati di Novara e provincia. Questo originale ed innovativo modo di divulgare i nostri fumetti ci ha permesso di arrivare ad un numero molto grande di lettori, seppur localizzati in un territorio ben preciso, ed offrire loro intrattenimento gratuito con le avvincenti avventure del supereroe della loro città! Visto l’istantaneo successo e la curiosità destata dal personaggio e dall’iniziativa, abbiamo subito creato un sito internet a lui dedicato tramite il quale ci siamo fatti conoscere in tutta Italia, creando in breve tempo un vero e proprio zoccolo duro di fan che ancora ci segue con passione e tanta pazienza! Nel 2007 partecipammo, grazie all’invito di Luigi Bona della Fondazione Franco Fossati (ora curatrice di WOW, il Museo del Fumetto di Milano), alla manifestazione di Cartoomics 2007, con una mostra su Capitan Novara, durante la quale ho avuto anche l’onore di ricevere, per l’ iniziativa imprenditoriale legata alle tovagliette di Capitan Novara, il prestigioso SPECIALE PREMIO DONNA, della Camera di Commercio di Milano “a sostegno delle professioniste del fumetto e per promuovere la presenza femminile in questo settore e assegnato a una donna per un’iniziativa imprenditoriale che utilizzi il fumetto come elemento portante del progetto”. Dopo Capitan Novara, nascono altri personaggi pubblicati sulle tovagliette come Aronauta (l’eroe del Lago Maggiore) e il superobot General Varese. Nel 2008, viste le costanti richieste dei fan in tutta Italia di poter leggere le gesta dei nostri personaggi su vere e proprie pubblicazioni, decidiamo di aprire anche il ramo editoriale con Emmetre Edizioni affidandone  la direzione artistica a Fabrizio De Fabritiis, con le pubblicazioni Capitan Novara Magazine, rivista che raccoglie tutte le storie del Capitano, più i nuovi personaggi come Comandante Italia, Novaryen, Dottor Torino, King Nova. Nel 2010 il personaggio di Capitan Novara, visto l’enorme successo anche e soprattutto oltre il novarese, cambia nome in Capitan Nova e di conseguenza cambia anche il nome della testata a lui dedicata in “Capitan Nova Magazine”. Nel 2011 vengono pubblicati i primi numeri di “Defenders of Europe”, miniserie supereroistica europea in cui sono presenti anche Capitan Nova e Comandante Italia, e di “Romabot Centurion – Il cuore di un Dio”, avvincente graphic novel superobotica divisa in 3 volumi (il secondo uscirà a ottobre)…ah, nel 2009,  il cortometraggioCAPITAN NOVARA – UN GIORNO DA SUPEREROE” (regia di Luca Baggio e Fabrizio DeFabritiis), ispirato alle gesta di Capitan Novara, vince il primo premio al concorso nazionale CORTI FRA LE NUVOLE di Vercelli.

Potete trovare tutte le info su Emmetre Edizioni sul sito http://www.emmetre-edizioni.eu .

Dagli esordi, con la scommessa di creare un supereroe italiano, fino al nuovissimo progetto Raptor, Genetix, nientemeno per GARDALAND, parco divertimenti numero 1 in Italia.  Raccontaci qualcosa di questo progetto.

Lavorare per una realtà come Gardaland è una di quelle opportunità che ti capita una volta sola nella vita …e quando capita, occorre prenderla! Tutto nasce da una mia personale intuizione… dopo essere andata al parco insieme al Fumettista Esplosivo (che è anche il mio compagno ^^) la scorsa estate, rimasi molto impressionata dalla nuovissima attrazione Raptor, le prime montagne russe alate in Italia, soprattutto dalla particolareggiata tematizzazione e dalla fighissima gadgettistica ad essa legata. Tornata a casa mi fiondai al computer per informarmi di più su questa attrazione e scoprii su sito www.gardalandraptor.it l’incredibile lavoro che era  stato fatto per lanciarla, compresa tutta la storia, personaggi legati ad essa ed alle innumerevoli iniziative per il lancio. Al che mi dissi: ” Caspita che lavorone che è stato fatto… peccato che l’anno prossimo cadrà già tutto nel dimenticatoio… un peccato davvero!” e dopo due nanosecondi mi risposi da sola “ Ma perché non ne facciamo un fumetto? Si potrebbe creare un’espansione del mondo di Raptor… sarebbe una figata!”. Da qui contattai il parco stuzzicando la loro attenzione con questa proposta un po’ pazza e, dopo una prima riunione e trattative varie, siamo partiti ad inizio anno creando il webcomic RAPTOR GENETIX, la cui ideazione è stata affidata a Fabrizio De Fabritiis, sia per quanto riguarda la caratterizzazione del mondo,dei personaggi, lo sviluppo della storia, sceneggiatura, testi ,disegni del primo episodio intitolato Furious Attack, che è stato divulgato proprio in questi giorni sul sito internet http://www.gardalandraptor.it/fumetto . Si tratta di un webcomic semi-animato dal taglio cinematografico, unico nel suo genere in questo momento in Italia, 40 pagine divise in 5 puntate da 8 pagine ciascuna e pubblicate sul sito ogni 10 giorni. Si possono anche scaricare i pdf delle puntate sia in italiano che in lingua inglese.

Cosa si prova ad avere l’onore e la responsabilità di realizzare un webcomis per un brand come Gardaland?

Sicuramente siamo molto orgogliosi, soprattutto per il fatto che una realtà come Gardaland ci abbia dato totale fiducia, investendo in un’iniziativa assolutamente non programmata e tanto più in un fumetto che, dopo la chiusura del mensile Prezzemolo nel 2007, era stato abbandonato come media comunicativo dal parco. Però, come dici giustamente tu, si tratta di una responsabilità enorme, perché il lavoro su RAPTOR GENETIX è molto complesso e la qualità richiesta è molto alta, infatti sia Fabrizio che  Enrico Galli, che colora le storie, stanno lavorando  a ritmi davvero infernali!

Quanto lavoro c’è stato dietro la realizzazione di Raptor?

Tanto, veramente tanto! Tieni conto che prima di partire c’è stata tutta una lunga fase di trattative varie che è stata davvero estenuante. Poi, abbiamo dovuto ricreare un po’ tutto da zero… è vero che molti personaggi c’erano già, ma erano stati usati solo per delle video pillole promozionali per il viral marketing dell’attrazione o, come nel caso del Colonnello Raymond Schwartz, per l’advergame di lancio dell’attrazione su internet. Nella realtà, di studi di personaggi e del mondo (a parte qualche illustrazione) non ce ne erano proprio;  per quanto riguarda la creatura, il Raptor, non esistevano studi, quindi Fabrizio ha dovuto realizzarla praticamente da zero, partendo solamente dalle foto dell’attrazione! Inoltre abbiamo inserito personaggi nuovi come Maya e Rick Connor, i Brave Bugs. La cosa più difficile è stata quella di creare una storia credibile e avvincente che partendo dall’attrazione esistente, sviluppasse un fumetto senza tradire l’idea originale del progetto Raptor, ma rivisitando la sua storia, andando in altre direzioni per  poter accontentare e piacere sia ai fan di Gardaland e di Raptor, che ai lettori di fumetti, ai nostri fan e al maggior numero di persone possibili! Una bella sfida, credimi! E’ stato veramente difficile trovare il giusto equilibrio e la giusta chiave di lettura ma, alla fine… ci siamo riusciti!

Poi, oltre al lavoro creativo, c’è tutto il lavoro di promozione,  che impegna davvero molto, ma che sta dando ottimi risultati! In pochi giorni, infatti, la prima puntata è stata vista da oltre 6000 visitatori unici!

Siamo alla vigilia della terza puntata della serie, cosa ci attende? Quando arrivano i mostri giganteschi che tutti attendono?

Eh, a breve lo scoprirai ^^… ci attendono molte, molte sorprese!

Il webcomic “animato” ce ne parli?

L’idea di realizzare una versione semianimata con animazioni, musiche, colonna sonora e doppiaggio professionale è partita da Gardaland che non si è accontentato di realizzare un semplice webcomic, ma qualcosa di più impattante e, devo dire, la scelta si è rivelata assolutamente vincente! Probabilmente un normale webcomic sarebbe passato in sordina, invece così… è tutto molto diverso! La scelta dei doppiatori è stata perfetta, si è puntato subito su cavalli di razza, professionisti del calibro di Pasquale Anselmo (Colonnello Raymond Schwartz) voce italiana di Nicholas Cage, Fabrizio Pucci (Dottor Helmut Zukowsky), voce italiana di Hugh Jackman e   Russel Crowe e, ancora, Perla Liberatori (Dott.ssa Steohanie Bonnier) voce italiana di  Scarlett Johansson. Personalmente, trovo bravissimo anche il giovane e promettente Stefano Broccoletti che da la voce al personaggio di Rick Connor.

Doverosi sono anche i complimenti ad Upgrade Multimendiale, l’agenzia che si occupa della realizzazione della versione animata che, con pochissimo tempo a disposizione, sta realizzando un lavoro davvero sublime anche nei piccoli dettagli… bravi davvero!

Chiara cosa bolle in pentola in casa Emmetre?

Le cose in pentola son davvero tante…purtroppo il lavoro di Gardaland ci ha fatto slittare le uscite previste per la primavera ma, entro l’anno, usciranno il nuovo numero del magazine di Capitan Nova, il secondo volume di “Romabot Centurion- Il cuore di un Dio” e il secondo numero di “Defenders of Europe”. La novità più sconvolgente, sotto la direzione di Fabrizio, sarà sicuramente il “manga di Capitan Nova”, realizzato da un vero mangaka giapponese (di cui a breve sveleremo il nome).  Tra non molto saranno disponibili nuove applicazioni per i dispositivi mobili fra cui anche la versione in inglese di “Romabot Centurion”, tutta la saga di “Novaryen”, e i “Defenders of Europe”.

Grazie per la bella intervista!

Grazie a te e a Italnews per lo spazio concessomi e un saluto a tutti i lettori!

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email
  • Renatoumberto

    Daje che c’e’ gente che con il Samsung si sente snobbata XD
    cmq grazie per la spiegazione tecnica ;)

  • http://www.facebook.com/mognetti.chiara Chiara Mognetti

    Per gli Android ci sono dei problemi tecnici in quanto le piattaforme son molte e diverse, mentre  per Apple no, ma, in teoria le prossime app dovrebbero funzionare anche su piattaforma Android ;)!
    Chiara

  • Renatoumberto

    E’ vero date tutti la priorità ai prodotti della mela che fa molto Cool ma in effetti android e’ molto diffuso ;)

  • http://www.facebook.com/squalodensetsu Squalo Densetsu

    Ok, però tutte queste cose le voglio anche per Android, non solo per iPhone e iPad!!

You might also like...

LaNotteDelPresepeVivente

La notte del presepe vivente

Read More →