Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Egitto: ergastolo per Mubarak, cadono in prescrizione accuse contro i due figli

By   /   2 giugno 2012  /   Commenti disabilitati

L’ex presidente egiziano, Hosni Mubarak, è stato condannato all’ergastolo per aver ordinato di sparare sui manifestanti durante i 18 giorni della rivoluzione del 25 gennaio, provocando la morte di 850 persone. All’ergastolo è stato condannato anche l’ex ministro dell’Interno, Habib al-Adly, per il quale l’accusa aveva chiesto la pena di morte. Anche lui è stato riconosciuto colpevole di aver ordinato di sparare sulla folla.

Il Tribunale del Cairo ha  invece assolto dalle imputazioni sei comandanti delle forze di sicurezza, all’epoca stretti collaboratori di Hadly, mentre sono cadute per mera prescrizione dei termini le accuse di corruzione nei confronti dei due figli dell’ex leader dell’Egitto, Amaa e Gamal. Decisione che ha scatenato proteste in aula e sui social network.

Dopo dieci mesi di udienze il processo all’ex presidente egiziano si è dunque concluso. Disteso su una barella, con lo sguardo coperto da occhiali da sole, Mubarak è apparso notevolmente dimagrito nelle immagini della televisione di Stato egiziana che ha trasmesso la sentenza in diretta tv.

Quello di Mubarak è stato definito il processo del secolo: il primo a carico di un capo di Stato caduto per gli effetti della Primavera araba in cui l’imputato era presente in aula.

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

John Kerry

Sempre più turbolenti i rapporti tra Stati Uniti e Israele

Read More →