Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Ambiente  >  Current Article

FAO: Europa e Asia continuano il loro impegno nella lotta alla fame

By   /   28 aprile 2012  /   Commenti disabilitati

I paesi dell’Europa e dell’Asia centrale, nei giorni scorsi, hanno unanimemente riaffermato il loro impegno a lavorare insieme per promuovere uno sviluppo rurale sostenibile, la lotta contro la fame e la fine della malnutrizione. Parlando alla Conferenza Regionale della FAO per l’Europa, il Presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, ha definito la fame, “uno dei grandi mali del secolo“. “E ‘incredibile che oggi ci siano ancora persone che muoiono di fame. Necessitiamo di mobilitare tutti i nostri sforzi per combattere questo flagello“, ha detto Aliyev ai 300 delegati provenienti da 46 paesi partecipanti alla conferenza.

 

La guerra contro la fame è una guerra che dobbiamo combattere insieme“, ha detto da parte sua il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva. Pur ammettendo che molti Paesi stanno affrontano una crisi economica e finanziaria molto grave, ha comunque invitato i governi a non tagliare i fondi per gli aiuti internazionali. “Anche e soprattutto nei momenti di crisi che i poveri hanno bisogno di noi“, ha poi aggiunto.

 Durante la Conferenza regionale, si è discusso delle sfide che dovranno essere affrontate per favorire l’alimentazione e l’agricoltura in Europa e in Asia centrale. I governi hanno individuato le seguenti priorità per il lavoro della FAO nella regione durante il biennio 2014-2015: il rafforzamento delle politiche per la sicurezza alimentare e servizio nutrizione per agricoltura su piccola scala, la gestione delle risorse naturali, il controllo delle malattie e parassiti di piante e animali, il sostegno per l’adesione dei paesi membri candidati all’adesione all’Unione europea e altri enti regionali, e la ricerca negli alimenti e l’agricoltura. I governi hanno inoltre apprezzato il dibattito globale lanciata dal Direttore Generale della FAO nel gennaio 2012 per determinare la futura direzione strategica e le priorità del corpo delle Nazioni Unite, ed hanno sottolineato l’importanza di concentrare il lavoro della FAO al fine di porre rimedio a questo flagello in quei paesi.

Alla Conferenza regionale per la prima volta hanno partecipato rappresentanti della società civile, e non solo i governi dei paesi membri della FAO, come invece era accaduto finora. Una dozzina di organizzazioni della società civile hanno rappresentato le loro esigenze ed hanno espresso solidarietà e vicinanza alle donne e ai piccoli agricoltori. Durante la Conferenza infine è stato firmato un accordo di cooperazione con l’Estonia ed un accordo per il programma nazionale tra la FAO e l’Azerbaigian.

 

di Salvatore Verde

    Print       Email
  • Published: 2 anni ago on 28 aprile 2012
  • By:
  • Last Modified: aprile 27, 2012 @ 12:16 pm
  • Filed Under: Ambiente
  • Tagged With:

You might also like...

49ee56981c

FAO: profonda crisi nella Repubblica Centrafricana

Read More →