Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

TAV – 2ª Prova Coppa del Mondo

By   /   21 Aprile 2012  /   Commenti disabilitati su TAV – 2ª Prova Coppa del Mondo

Cainero 6ª – Falco guida la classifica maschile

Primo responso dal Royal Artillery Barracks di Londra. La gara di Skeet Femminile incorona la cinese Ning Wei che sale sul gradino più alto del podio con 96/100, strappando l’oro allo shoot-off con +2 a +1 alla slovacca Danka Bartekova, relegata in seconda piazza. Assegnato con uno spareggio anche il bronzo. In questo caso le protagoniste dello shoot-off sono state l’americana Kimberly Rhode e la thailandese Sutya Jiewchaloemmit, entrambe a quota 95. Alla fine ha avuto la meglio la Rhode che ha regolato l’avversaria con +4 a +3. In finale anche Chiara Cainero. La Campionessa Olimpica friulana, conquistato il round decisivo con un spareggio a due per un posto, negli ultimi 25 piattelli ha avuto un black out in quinta pedana (due zeri su tre piattelli, ndr) che ha pregiudicato le sue ambizioni di medaglia. Per lei un totale di 91/100 che le vale il sesto posto.

Passando alle altre azzurre in gara, Diana Bacosi (Esercito) di Pomezia (RM) rovina il bel 47/50 di ieri con un poco utile 20/25 di questa mattina. La tiratrice romana, vincitrice della medaglia d’argento alla 1ª Prova di Coppa del Mondo, ha sicuramente mal digerito la diversa formula di gara con la competizione divisa in due giorni e chiude la prova in 16ª piazza con 67/75. Mai in gara Simona Scocchetti (Esercito) di Ardea (RM) che ha sparato sempre sotto i suoi standard. Per lei un 20/21/20 che la tiene nella parte basse della classifica.  Alla fine è 36ª con 61.

“Chiara Cainero si sta preparando ed ha dimostrato che la è sulla buona strada – ha commentato il CT Fazi –  l’obiettivo della finale è stato centrato. Purtroppo la distrazione creata da un cameraman poco attento in quarta pedana, che ha interrotto l’azione, le ha fatto perdere la concentrazione causando il black out della successiva quinta. Sicuramente dobbiamo migliorare qualcosa ma abbiamo tutto il tempo per farlo. Il massimo della forma dobbiamo raggiungerlo a luglio. Per quanto riguarda le altre due, la Bacosi è caduta sul continuo cambiamento del tempo che nell’ultima serie è stato particolarmente frequente e repentino, la Scocchetti delude in gara pur dopo aver effettuato degli allenamenti ufficiali di alto livello. Evidentemente il problema non è tecnico ma psicologico. Sarà questa la strada su cui intervenire nell’immediato futuro”.

Per quanto riguarda il comparto maschile, impegnato nel secondo giorno di gara, la bandiera azzurra svetta in cima alla classifica provvisoria. A farla sventolare è l’olimpionico di Atlanta ’96 Ennio Falco, agente Forestale di Sant’Angelo in Formis (CE), che con un perfetto 25/25 si porta a quota 74/75 meritandosi la prima posizione. In vetta insieme a lui solo il francese Antony Terras (FRA). Nessun riposo sugli allori per i due che sono braccati, con un solo piattello di ritardo, da un gruppo di otto tiratori a quota 73. Tra questi lo sceicco Saeed Almaktoum (UAE), il cipriota Georgios Achilleos ed il russo Valery Shomin, avversario storico del nostro Falco. A quota 71/75 Valerio Luchini (Carabinieri) di Roma. Buona anche la prova del terzo azzurro. Luigi Agostino Lodde (Esercito) di Ozieri riscatta con un bel 24/25 il brutto 21/25 della seconda serie di ieri e si porta a quota 69.

Sabato la gara si concluderà con gli ultimi 50 piattelli di qualificazione per tutti e gli eventuali 25 di finale, riservati ai migliori sei.

di Augusto Martellini

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →