Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

MLB. Alex Liddi entra nel roster dei Seattle Mariners: “E’ un sogno che si avvera”

By   /   7 Aprile 2012  /   Commenti disabilitati su MLB. Alex Liddi entra nel roster dei Seattle Mariners: “E’ un sogno che si avvera”

Grande soddisfazione per tutto il movimento italiano di baseball. Alex Liddi, infatti, dopo, anni passati nelle squadra delle riserve, è stato promosso nel roster dei 25 giocatori della prima squadra dei Seattle Mariners, formazione che milita nella prestigiosa MLB. In queste ore Alex potrebbe già fare il suo debutto stagionale contro gli Okland Athletics.

Liddi aveva già debuttato nella MLB con la maglia dei Mariners nella passata stagione (15 presenze per lui), diventando il primo giocatore italiano a sbarcare nel più importante campionato di baseball nel mondo.

Queste le sue prime impressioni dopo l’inserimento nel roster ufficiale di Seattle 2011-12, raccolte dall’ufficio stampa della FIBS (Federazione Italiana Baseball Softball).

Alex, si diceva che tu fossi un battitore di potenza ma di poco contatto, poi, durante lo Spring Training hai battuto a media .400. E’ cambiato qualcosa?
“In inverno ho lavorato con Marco Mazzieri, che è sempre stato il mio grande coach di battuta, a Tirrenia. Abbiamo cercato di lavorare sui fondamentali, tornare alle cose semplici, tipo cercare di battere a destra…”.
Sembra aver funzionato: “Per ora, mi sta aiutando. Durante lo Spring Training ho continuato a lavorare per cercare di avere uno swing più corto possibile. Quando ho iniziato ad ottenere risultati, è aumentata ovviamente la fiducia. E con più fiducia, si ottengono migliori risultati”.

Giampiero Faraone ti aveva schierato in prima base all’Intercontinentale 2006, quando avevi solo 18 anni. Come ti sei trovato a tornare in prima?
“Beh, rispetto a giocare terza base è diverso. Non ti senti troppo comodo, all’inizio. Ma ho avuto la possibilità di lavorarci per tutto lo Spring Training e adesso mi sento a mio agio”.

I Mariners potrebbero aver bisogno di te nelle riprese finali, magari come pinch hitter. Come sarebbe entrare in un momento decisivo?
“Per me l’importante è aiutare la squadra, non importa se da titolare o se partendo dalla panchina. L’importante è dare il proprio contributo ad una vittoria”.

Alex, è cambiato qualcosa da quando sei sul roster di una squadra di Grande Lega?
“Diciamo che è una bella soddisfazione, che è un sogno che si avvera…E sì, la mia vita un po’ è cambiata”.

Anche il manager dei Mariners, Eric Wedge, ha speso parole d’elogio per l’italiano:”Alex è stato fantastico per tutto il periodo di Spring Training. Lo abbiamo utilizzato in prima e in terza. E’ qui perchè pensiamo al contributo che ci può dare come battitore destro e perchè abbiamo notato quanto è cresciuto, quanto meglio stia facendo rispetto allo scorso anno”.

di Andrea Centenari
follow me on Twitter

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →