Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Egitto: si spara di nuovo sulla folla

By   /   3 febbraio 2012  /   Commenti disabilitati

L’Egitto continua ad essere al centro di violenze, dopo il massacro avvenuto allo stadio di Port Said, gli egiziani sono di nuovo scesi in piazza per protestare contro la violenza perpetrata tra gli ultras e soprattutto contro l’assenza della polizia nello stadio. I residenti di Suez hanno deciso di protestare contro, secondo loro, l’inerzia da parte dei vertici dello Stato di non aver predisposto un serio dispiegamento di forze dell’ordine negli appuntamenti, così è riportato da fonti vicini ai dimostranti, dove era prevedibile che la violenza sarebbe esplosa.

Alcuni manifestanti hanno rilasciato dichiarazioni all’emittente televisiva Al Jazeera, affermando che: “Le forze dell’ordine non ci sono, dove servono, e quando ci sono uccidono”. Effettivamente, vista l’escalation della violenza, tutti i torti non c’è l’hanno, in questa occasione la polizia era lì, pronta a reprimere la manifestazione anche con l’uso delle armi.

Sempre secondo i racconti dei manifestanti, sembrerebbe che le due persone uccise ieri siano morte proprio per azione delle forze dell’Ordine. “Almeno due persone sono state uccise a Suez mentre la polizia utilizzava proiettili veri per reprimere le folle durante una protesta riguardante il fallimento delle forze di sicurezza nel prevenire una rivolta in un campo di calcio”, scrive Al Jazeera: “I testimoni parlano di un confronto che è esploso in una locale stazione di polizia, poche ore dopo l’uccisione dei due manifestanti”.

    Print       Email

You might also like...

Quarantena in Cina

In quarantena 30 mila persone in Cina a causa della peste bubbonica

Read More →