Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Atletica  >  Current Article

Atletica: Cross a San Giorgio sul Legnano

By   /   6 gennaio 2012  /   Commenti disabilitati

L’altoatesina punta azzurra nel tradizionale cross lombardo. Per il successo, è sempre Kenya-Etiopia. Come tradizione, l’anno agonistico dell’atletica in Italia prende il via da San Giorgio su Legnano, periferia grande di Milano, dove stamattina si svolgerà la cinquantacinquesima edizione del classico Campaccio.

Gli organizzatori della Sangiorgese hanno tenuto fede al glorioso passato della corsa, allestendo, per le due prove internazionali (valide come Permit IAAF) un cast di rilievo mondiale.

L’uomo da battere è il 23enne etiope Imane Merga, il campione iridato in carica della specialità (vittoria a Punta Umbria, Spagna, il 20 marzo dello scorso anno), e bronzo mondiale dei 10000 metri a Daegu nell’agosto scorso (eloquente il personale sulla distanza: 26:48.35). Contro di lui, una coppia targata Kenya, composta da Vincent Chepkok Kiprop, il bronzo di Punta Umbria, uomo da 12:51.45 nei 5000 metri nel 2010, ed Edwin Cheruyot Soi (bronzo olimpico a Pechino 2008 nei 5000 metri, autore lo scorso anno di un probante 7:27.55 nei 3000).

Soi ha dimostrato la sua buona condizione già nell’ultimo giorno del 2011, a Bolzano, in occasione della BOClassic, vinta (per la quarta volta in carriera) proprio ai danni di Merga, al termine di un bel confronto. La sfida tra i due andrà dunque a ripetersi a San Giorgio su Legnano, su un terreno che potrebbe anche ridurre la distanza tra i contendenti espressa sulle strade altoatesine. In gara tra gli altri anche il 18enne eritreo Adem Abrar Osman (campione olimpico giovanile a Singapore 2010 e bronzo mondiale allievi lo scorso anno a Lille), il polacco Lukasz Parszczynski (personale di 8:15.47 nei 3000 siepi nel 2011), il portoghese Jose Rocha (terzo nell’Europeo di cross di Velenje dell’undici dicembre) ed un discreto gruppo di azzurri guidato da Gabriele De Nard (Fiamme Gialle).

Gabriele De Nard con lui, tra gli altri, il compagno di club Patrick Nasti, il carabiniere Stefano La Rosa.

In campo femminile l’attesa è tutta per Silvia Kibet, la keniota d’argento a Daegu nei 5000 metri, qui attesa soprattutto dal confronto con la connazionale Mercy Cherono, 21 anni ancora da compiere ma già capace di piazzarsi al quinto posto di quei 5000 metri iridati.

Bandiera etiope sollevata dalla ancor più giovane Birtukan Adamu, diciannove anni nell’aprile prossimo, la primatista del mondo junior dei 3000 siepi (9:20.37 sulla pista dello stadio olimpico di Roma, in occasione del Compeed Golden Gala del 26 maggio scorso) e finalista a Daegu nella specialità. Molto interessante la presenza italiana. Si rivede, in un cross, quella che non è eccessivo considerare la miglior mezzofondista azzurra dell’ultimo quinquennio, ovvero l’altoatesina Silvia Weissteiner (Forestale), già protagonista a Bolzano il 31 dicembre (terza nella BOclassic dietro Cheuyot e Godfay, con quest’ultima che sarà al via anche al Campaccio). Con lei, la compagna di club Giulia Martinelli, già in possesso del minimo A di ammissione ai Giochi Olimpici di Londra nei 3000 siepi, e in gara a San Giorgio in quella che si annuncia come una delle sue rare apparizioni nelle campestri in stagione. Iscritte anche Elena Romagnolo (Esercito), Veronica Inglese (Esercito), Layla Soufyane (Esercito), Valentina Costanza (Esercito), Valentina Belotti (Runner Team 99), Fatna Maraoui (Esercito).

    Print       Email

You might also like...

Prosecco Cycling_brindisi sul Muro di Ca' del Poggio_ph. Vettoretto_b

Il primo iscritto alla Prosecco Cycling è americano

Read More →