Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Acqua, terra, fuoco. A Roma dal 29 dicembre 2012

By   /   24 Dicembre 2011  /   Commenti disabilitati su Acqua, terra, fuoco. A Roma dal 29 dicembre 2012

Tre donne, tre elementi naturali, tre modi di interpretarli attraverso le loro opere.

E’ il mondo intorno a noi, quello che si fonda sugli elementi naturali che da essi prende forma e attraverso i quali si rende natura, colore, luce, vita. Ne abbiamo scelti tre per questa mostra: quelli che paiono i più vicini all’animo sempre in movimento, in divenire, di queste tre artiste romane.

L’acqua, la terra, il fuoco, che da soli sono in grado di  esaltare le loro opere, perché è proprio attraverso questi preziosi elementi che queste artiste esprimono il loro talento migliore, la profondità dei loro pensieri, le pulsioni della loro anima.

Acqua, sinonimo di freschezza, leggerezza, purezza.  L’acqua in movimento che scorre e non si ferma perché capace di adattarsi a qualunque forma solida. Come la donna vista attraverso gli occhi di un’altra donna, Francesca Irene Thiery in un susseguirsi di immagini.

E poi il fuoco, col suo tepore, a scaldare le anime inaridite da quella parte di mondo che tende a girare al contrario. Ma fuoco è anche elemento fondante della passione, della sensualità,  di quei colori, non a caso definiti caldi, che il fuoco riesce a sprigionare bruciando.

Il fuoco visto da Valeria Bartolini, l’artista che a questo elemento attinge (se così si può dire) per molte delle sue opere.

Infine, a completare questa mostra, espressione vera della natura, in qualunque modo la si voglia guardare, la terra: segno della vita che scorre, che inesorabilmente ci si srotola davanti, come in un percorso obbligato che non consente ripensamenti e tritura il passato rendendolo humus per il benessere delle esperienze che verranno.. la terra coi suoi ritmi cadenzati, un minuetto di colori e di odori, coi suoi tempi, le stagioni che ridonano agli occhi la bellezza della mutevolezza del mondo che gira, così da farci godere di volta in volta, di paesaggio in paesaggio, di quelle tinte scure e cupe dell’autunno, per poi esplodere in quegli sgargianti toni che talvolta non consentono abbinamenti definiti, perché la loro brillantezza spiazza anche il più attento degli artisti, proprio come avviene in natura, in primavera. Terra, affidata alle sapienti mani di Rosella Restante, sinonimo di vita, lievito madre che si rinnova ciclicamente, contenitore di pulsioni e di passioni, di dolore e di rinascita.

Ed è a queste artiste romane, alla loro sensibilità artistica e non solo, che si è inteso affidare il significato più profondo di questa mostra.

“Acqua, terra, fuoco” offrirà al visitatore il preciso compito della ricerca di questi preziosi, vitali elementi, in ciascuna delle opere esposte.

di Alga Madìa

Roma, Sala Santa Rita

via Montanara (adiacente piazza Campitelli)

fino al 4 gennaio 2012

orario di apertura:

dal lunedì al venerdì

dalle ore 10.00 alle 18.00

    Print       Email

You might also like...

Covid-19: quali le differenze dall’influenza?

Read More →