Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Si svolgeranno oggi i funerali di Vaclav Havel

By   /   23 Dicembre 2011  /   Commenti disabilitati su Si svolgeranno oggi i funerali di Vaclav Havel

Dopo 3 giorni di lutto nazionale, si svolgeranno oggi, alla presenza di uomini politici e di governo di tutto il mondo, i funerali di Vaclav Havel, l’ex primo Presidente della Repubblica Ceca.

Havel, 75 anni, è stato un uomo forte e riservato, scrittore con un grande senso dell’umorismo e forza morale. E’ stato protagonista della “Primavera di Praga”, nel 1968, e della “Rivoluzione di Velluto” nel 1989 che culminò con la caduta del regime comunista, nel 1990.

Dopo la caduta del regime comunista fu eletto Presidente dell’Assemblea Federale, ma da fiero oppositore della scissione della Cecoslovacchia in Repubblica Ceca e Slovacchia, pur di non firmare gli atti rassegnò le dimissioni.

Havel è stato Presidente per 2 mandati, nel 1993 e nel 1998. La sua presidenza è stata caratterizzata da un orientamento politico anti-comunista, di destra moderata e liberale, favorevole all’economia di mercato e filo americana. Ha sostenuto l’ingresso della Repubblica Ceca nella NATO, avvenuta nel 1999, e la sua adesione alla Comunità Europea, ancora in via di perfezionamento.

Accanito fumatore, intellettuale amante del rock, è diventato il più famoso dissidente degli anni ’70 per aver scritto conto il regime Comunista dell’Europa dell’Est. E’ stato incarcerato per circa 4 anni e mezzo per aver pubblicato l’opera “Il potere dei senza potere”; ha teorizzato il cosiddetto Post-totalitarismo, termine usato per descrivere il moderno ordine socio-politico che ha fatto sì che la gente potesse “vivere all’interno di una menzogna”.

Profondamente religioso, Havel usava ripetere che “Verità e amore devono trionfare su bugie e odio”. Questa sua fede si rispecchia nell’opera, pubblicata in Italia per la prima volta lo scorso anno, Le Lettere a Olga, che raccoglie l’intera corrispondenza scritta durante i ripetuti periodi di detenzione.

Migliaia di Cechi sono sfilati per tutta la notte, al freddo, per rendere l’ultimo omaggio al grande uomo, portando fiori, accendendo candeline, lasciando bigliettini e scandendo sottovoce il loro: “Grazie Presidente”.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE COME STRUMENTO DI DETERRENZA

Read More →