Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Adriano torna al gol

By   /   21 Novembre 2011  /   Commenti disabilitati su Adriano torna al gol

Il Corinthias sta perdendo in casa contro l’Atletico Mineiro. Un risultato inatteso che potrebbe complicare la corsa verso il titolo del club bianconero. Il mister Tite prova il tutto per tutto. Al 67′ butta nella mischia Adriano, beccandosi i fischi di un pubblico non proprio convinto della sostituzione. Il. Corinthias poco dopo pareggia. Un punto non basta. Serve la vittoria per tenere a distanza il Vasco de Gama.

Al minuto 88 Adriano chiede palla in profondità a lascia partire un diagonale mancino che termina la propria corsa in fondo al sacco. Dopo 17 mesi l’Imperatore torna ad assaporare la gioia del gol. La sua gioia è incontenibile. Corre sotto la curva, si toglie la maglia e viene sommerso dall’abbraccio di tutti i compagni. A fine partita i microfoni sono tutti per lui: “Questo gol per me è molto importante. Dopo più di un anno senza segnare, fare un gol come questo è una gioia inspiegabile. Ho ancora molto da dare: il mio allenatore ha creduto in me e alla fine sono riuscito a dimostrarlo”.

Potrebbe essere il lieto fine di una storia sfortunata. Un ragazzo, un campione che affascina il mondo intero grazie a una forza spaventosa e a un talento fuori dalla media. Quel ragazzo, Adriano Leite Ribeiro, sbarca in Europa, acquistato appena diciottenne dall’Inter, e a suon di gol riesce a indossare la mitica maglia numero 9 della nazionale brasiliana di calcio. Sembrerebbe una favola, invece problemi di alcol e depressione lo portano lontano dalla strada che madre natura aveva pensato per lui.

Stop al grande calcio. Si torna in Brasile, a casa, al Corinthias. Ma i problemi non finiscono. Il “vizio” rimane, la bilancia è un nemico a cui non si può mentire. La poca voglia di rimettersi in forma spingono la stampa a etichettarlo come “ex giocatore”, rimpianto assoluto di una nazione che aveva trovato il proprio Imperatore. Di lui si parla ancora, ma l’attenzione è tutta sul suo peso a tre cifre e sulle notti allegre che gli tengono compagnia. Gioca poco Adriano, quasi mai. Il Corinthias è in vetta al Brasilerao e non c’è tempo per tentare di recuperare un giocatore in quelle condizioni. Per lui ci sono mancaite di minuti, in finali di partite già concluse.

Poi il lieto fine. Non è un ritorno, non rivedremo mai l’Adriano dei tempi belli, ma fa piacere rivederlo felice e a segno.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Suzuki RGV Gamma 250 – Race replica anni 90

Read More →