Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

“Dialogo nel Buio”: l’essenziale è invisibile agli occhi

By   /   11 Novembre 2011  /   Commenti disabilitati su “Dialogo nel Buio”: l’essenziale è invisibile agli occhi

Abbattere le barriere di quei pregiudizi che rendono difficile l’integrazione delle persone disabili non è facile. Ed è proprio da questa problematica che nasce l’idea di portare a Genova “Dialogo nel Buio”, grazie a ERG partner di progetto, d’intesa con l’Unione Italiana Ciechi di Genova e della Liguria e in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano.

Fino al 1 Luglio 2012 in piazza Caricamento, di fronte all’Acquario di Genova, sarà possibile scoprire una nuova dimensione multisensoriale, dove il dialogo tra i due mondi, quello dei vedenti e dei non vedenti, trova un nuovo canale di comunicazione.

Gruppi di massimo 7 persone, accompagnate da guide non vedenti, attraversano ambienti senza luce che riproducono situazioni reali. Una volta varcata la linea di confine fra la luce e il buio, ci si trova di fronte a una nuova dimensione dove occorre imparare un “altro vedere”: non si usano gli occhi ma i sensi del tatto, dell’udito, dell’olfatto e del gusto.

L’obiettivo non è quello di far vivere l’esperienza di un non vedente – afferma Claudio Cassinelli, presidente dell’Istituto David Chiossone Onlus – I ciechi non vedono la luce, ma neanche il buio. L’obiettivo è quello di far vivere ai ragazzi, nella moderna società delle immagini, un’esperienza nuova, rivalutando così gli altri sensi”.

Per chi è abituato a fare affidamento sulla vista di tratta di un’esperienza che inizialmente disorienta e confonde ma che dà anche l’opportunità di riscoprire con modalità diverse la realtà che viviamo ogni giorno.

Il ruolo della guida è fondamentale nell’insegnare a decodificare i diversi linguaggi dell’ambiente circostante e a utilizzarne le informazioni per muoversi con disinvoltura. La guida incontra al buio il suo gruppo e mette subito in evidenza le proprie competenze. Incoraggia il visitatore e lo accompagna alla scoperta di un mondo nuovo.

L’esperienza di Dialogo nel Buio implica affidarsi completamente alla propria guida non vedente, per prendere confidenza con la nuova situazione e per iniziare un viaggio alla scoperta dell’invisibile. Quello che si prova è un mix di emozione forti perchè ci si trova in un “universo inesplorato” dove la guida non vedente, vero esperto delle percezioni non visive, diventa la chiave di questo viaggio straordinario.

Per saperne di più visitate il sito http://www.dialogonelbuio.org/

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

COVID.19: Le misure per combatterlo in Italia e nel mondo

Read More →