Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Milo Manara nella città del Palio

By   /   5 Novembre 2011  /   Commenti disabilitati su Milo Manara nella città del Palio

Siena ospita fino all’8 gennaio presso il Complesso Museale di Santa Maria della Scala la prima antologica dedicata alla carriera di Milo Manara, uno degli illustratori più celebri al mondo.

Il sessantacinquenne artista veronese, dopo gli studi compiuti in Veneto, si accostò dapprima alla pittura finendo peraltro per abbandonarla presto in modo polemico. Alla fine degli anni sessanta debuttò nel mondo del fumetto, specializzandosi in particolare nel filone sexy-erotico, dando vita anche a personaggi come le sue eroine “Miele” e “Claudia” (ispiratagli da Romy Schneider).

Nel 1982 Playmen pubblicò il suo fumetto a puntate “Il gioco” che lo fece conoscere al grande pubblico. Ne venne ricavato un libro e persino un film (Le déclic). Il successo conseguito contribuì ad  attribuire a Manara l’etichetta di “maestro dell’eros”.

Nel 1983 iniziò la collaborazione con “Corto Maltese” su testi di Hugo Pratt, suo maestro dichiarato, finendo poi per pubblicare anche il fumetto “Viaggio a Tulum”, tratto da un soggetto del grande regista Federico Fellini che ne fu amico ed estimatore.

La celebrità raggiunta gli valse il conseguimento di prestigiosi riconoscimenti internazionali. Fu infatti uno dei pochi europei a ricevere nel 2010 il Premio alla carriera al Festival del Comics di San Diego (vero e proprio premio Oscar per il mondo del fumetto) ed ebbe l’onore di illustrare storie anche per Marvel e la DC Comics.

La mostra “Milo Manara. Le stanze del desiderio”, curata da Claudio Curcio, direttore di Napoli COMICON, è il naturale seguito dell’esposizione del 2005 che Siena dedicò a Hugo Pratt.

La rassegna consta di quasi 300 opere tra disegni, tavole, pannelli, tele e illustrazioni originali dell’artista e segue un percorso articolato in vere e proprie “stanze” tematiche che ci raccontano l’intera esperienza artistica e lo stesso mondo interiore di Milo Manara la cui prolifica produzione spazia nell’arco temporale di quarant’anni vissuti illustrando storie di ogni genere.

Un tributo importante quindi dedicato ad un artista che ha saputo elevare il fumetto a livello di vera arte. A differenza di altri disegnatori, Manara non si è mai avvalso della tecnologia del computer, preferendo affidarsi sempre agli strumenti tradizionali del mestiere: penna, carta, colori ed acquarelli.

Per l’occasione l’artista ha voluto dedicare un pensiero speciale a Sergio Bonelli, illustre collega recentemente scomparso, di cui fu amico condividendo la vocazione popolare dell’arte del fumetto.

Manara ha ora in programma nuovi lavori, tra cui una biografia di Caravaggio narrata attraverso due modelle senesi, Anna Bianchini e Fillide Melandroni, che furono muse ispiratrici di Michelangelo Merisi.

La conferma del feeling instaurato da Manara con la stupenda città di Siena è la concreta possibilità che l’artista veronese possa venire incaricato della realizzazione del prestigioso “drappellone” per l’edizione del luglio 2012 del Palio.

Milo Manara. Le stanze del desiderio
a cura di Claudio Curcio
dal 1 ottobre 2011 all’8 gennaio 2012
Complesso Museale Santa Maria della Scala, Piazza Duomo 2, Siena
orari: tutti i giorni ore 10,30-16,30

di Aurora Portesio

    Print       Email

You might also like...

Covid-19: quali le differenze dall’influenza?

Read More →