Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Due campioni delle ruote, Alesi e Macchi insieme in pista

By   /   2 Novembre 2011  /   Commenti disabilitati su Due campioni delle ruote, Alesi e Macchi insieme in pista

Due campioni, un grande esordio, una coppia di piloti per un progetto davvero interessante, arrivare a Los Angeles e Indianapolis; un’amicizia che li porterà su due bici Specialized. L’ex pilota di Formula 1, Jean Alesi e il vice campione del mondo di paraciclismo Fabrizio Macchi si sono allenati assieme sull’ovale del Velodromo di Montichiari, in vista dei due impegni.

Jean Alesi è un ex pilota automobilistico francese, approdato in Formula 1 nel 1989, dal 1991 al 1995 ha guidato la Ferrari, con la quale ha vinto un Gran Premio, l’unico della sua carriera, è stato più volte paragonato a Gilles Villeneuve per lo stile di guida ed è ricordato per essere una figura molto amata dai tifosi. Dopo il ritiro dalla Formula 1, dal 2002 al 2006, Alesi ha disputato qualche campionato della serie DTM, cogliendo alcune vittorie e un quinto posto in classifica piloti come miglior risultato, dal 2008 e fino al 2009; il pilota francese si è dedicato al campionato Speedcar Series. Da alcuni anni svolge inoltre il ruolo di opinionista nella trasmissione televisiva italiana Pole Position.

La loro profonda amicizia li ha portati al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari (Bs), per la preparazione, verso i Mondiali su Pista di Los Angeles di febbraio per il primo, e la 500 Miglia di Indianapolis per l’ex ferrarista che tornerà così alle competizioni il prossimo 27 maggio dopo un periodo di stop.

I due campioni, grandi amici nella vita, hanno svolto una seduta di allenamento in pista, battesimo dell’ovale sulle due ruote per Jean Alesi, sotto lo sguardo attento del CT della Nazionale di Paraciclismo Mario Valentini, in raduno con gli azzurri a Montichiari. Dopo una ventina di giri di riscaldamento, Fabrizio ha fatto scoprire a Jean l’ebbrezza delle curve paraboliche, correndo nella parte alta dell’anello. La seconda metà dell’allenamento è stata invece dedicata al Keirin, con i due atleti che si sono sistemati dietro la moto. Infine, Jean Alesi ha proseguito in solitaria gli ultimi giri, con Fabrizio che dall’esterno commentava il suo stile ai microfoni di Sky Sport.

È stata una giornata davvero proficua per me – commenta raggiante il pilota automobilistico – potersi allenare con un campione del calibro di Fabrizio e poter ascoltare da lui e da Valentini consigli così importanti per la mia preparazione e su come approcciare la bici in maniera professionale rappresentano sicuramente un valore aggiunto in vista del mio ritorno alle gare”.

Questa mattina Jean ha affrontato per la prima volta l’anello non con le 4 ruote ma con le sue due gambe – racconta il ciclista varesino – è un campione anche in sella alle due ruote e in pista è molto aggressivo proprio come lo è sulla monoposto. È stato molto interessante anche per me e, Jean si è appassionato al ciclismo paralimpico e ’anno prossimo vuole venire a Londra a seguire le nostre gare”.

Jean e Fabrizio hanno utilizzato due modelli diversi di Specialized: Macchi la Shiv che usa sia in pista, che nelle cronometro su strada e con la quale ha vinto l’argento ai mondiali a cronometro a settembre, mentre per Alesi abbiamo scelto una Venge, un modello più semplice e più maneggevole visto l’esordio in pista. Una bicicletta comunque veloce e performante, utilizzata da Mark Cavendish della HTC-Highroad per vincere i mondiali di ciclismo su strada: i risultati si sono visti sul campo questa mattina” commenta Marco Cislaghi, Responsabile Marketing Specialized Italia.

di Armida Tondo

    Print       Email

You might also like...

Gran Premio di Abu Dhabi

Read More →