Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Mancini recrimina, lo United è inarrestabile

By   /   19 Settembre 2011  /   Commenti disabilitati su Mancini recrimina, lo United è inarrestabile

Rimane solo il Manchester United in vetta alla Premier League. Il 3 a 1 rifilato dai red devils al Chelsea conferma la squadra di sir Alex Ferguson in testa alla classifica, ancora a punteggio pieno. A chi pensava che il calendario potesse rendere complicata la partenza dello United (già affrontate Arsenal e Chelsea) Rooney e compagni hanno risposto segnando la bellezza di 21 reti in 5 gare, una media sbalorditiva. Ieri a Old Trafford contro la squadra di Villas Boas lo United ha dato un’altra dimostrazione di forza. È stata una partita pazza, con grandi occasioni da ambo le parti e difese tutt’altro che ermetiche.

Il 3 a 0 al termine dei primi 45 minuti è l’emblema del gap attuale tra le due squadre. Nella ripresa i blues hanno tentato di rientrare in partita. Torres è risucito ad accorciare le distanze, mettendo nel sacco la sua prima rete stagionale. Lo stesso attaccante spagnolo ha però fallito in maniera pacchiana la rete del possibile 3 a 2 che, a poco meno di 10 minuti dal termine avrebbe riaperto un match comunque dominato dal Manchester.

Perde terreno il Manchester city fermato sul 2 a 2 dal Fulham. In vantaggio di due reti, ancora doppietta di Aguero, la squadra dello sceicco Mansour si fa rimontare dai londinesi trascinati da Bobby Zamora. L’attaccante inglese mette dentro la rete del 2 a 1 e serve al compagno Murphy la palla del pareggio. Al termine dell’incontro il tecnico dei citizens, Roberto Mancini, ha attribuito la responsabilità di tale risultato alla mancanza di alternative a centrocampo. Dichiarazioni che hanno sollevato un vespaio. I giornali inglesi hanno ribatezzato il manager “un ricco bambino viziato”, chiaro riferimento ai milioni spesi durante la campagna acquisti dal club per rinforzare una rosa già ricca e competitiva.

Delude il Liverpool di Dalglish, battuto sonoramente dal Tottenham a White hart line. Gli spurs vanno in vantaggio dopo pochi minuti grazie alla bellissima rete di Modric e tengono per l’intero match il pallino del gioco. Ad agevolare il compito della squadra di Redknapp ci pensano Adam e Skrtel, finiti anzitempo sotto la doccia. Nel finale Defoe e la doppietta di Adebayor rendono più rotondo il risultato.

Ancora una sconfitta per l’Arsenal, ormai in crisi d’identità. I gunners perdono contro il Blackburn per 4 a 3 dopo aver terminato in vantaggio la prima frazione di gioco. Nei primi 45 minuti i gunners mettono in mostra buone trame di gioco, ma nella ripresa sembrano una squadra trasformata, incapace di gestire una partita ampiamente alla portata. Stupisce il voltafaccia, non il primo della stagione, dei ragazzi di Wenger: una squadra dal doppio volto, capace di alternare momenti di buon calcio ad amnesie inspiegabili.

Vittoria, la prima dell’anno, per lo Swansea contro il West Bromwich. Bene anche l’Everton che suepra 3 a 1 il Wigan. Pareggio per 1 a 1 tra Aston Villa e Newcastle. Vittorie in trasferta per due neopromosse, Norwich e Queens Park Rangers. Prima vittoria stagionale del Sunderland che supera per 4 a 0 lo Stoke city.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Europei Under 21: Spagna 2 – Germania 1

Read More →