Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Canoa - Canottaggio  >  Current Article

Europei di Canottaggio: Italia al completo tra le favorite

By   /   15 Settembre 2011  /   Commenti disabilitati su Europei di Canottaggio: Italia al completo tra le favorite

Pensando di rinverdire i fasti non sopiti dei vecchi Campionati Europei quando quella era la vera rassegna iridata, cui partecipava tutto il mondo remiero terracqueo con fior di campioni, nel 2007 qualche mente speciale in seno alla Fisa – per tenersi buoni i Paesi dell’Est Europa che, bene o male, ancora fanno gruppo quando gli conviene – ha maldestramente inserito nel calendario internazionale, a soli 14 giorni dai Mondiali, un’altra manifestazione snobbata da molte nazioni occidentali di ampie tradizioni remiere.

La riprova sta nel fatto che oltre la metà dei partecipanti agli Europei che si apre venerdì in Bulgaria, appartengono a quella che una volta era la derivazione del Patto di Varsavia.

Ma a pochi giorni dal mondiale che ha già stabilito i veri valori del remo proiettato ai Giochi Olimpici, sono poche le nazioni che schierano le prime scelte delle risorse umane, se non quelle che sono alla ricerca di un risultato che possa dare una parvenza di qualcosa d’importante alla propria federazione (magari dell’Est). Nel bacino di Plovdiv scenderanno in acqua 29 squadre nazionali con 420 atleti, suddivisi in 145 imbarcazioni, nelle sole 14 specialità olimpiche.

L’Italia, che un anno fa a Montemor-o-Velho in Portogallo, prese 2 medaglie – l’argento del due senza maschile (Carboncini, Mornati) ed il bronzo del doppio femminile (Schiavone, Sancassani) –schiera 12 equipaggi: 5 senior maschili, 2 pesi leggeri maschili e 5 femminili.

Le tre barche olimpiche medagliate in Slovenia gareggeranno anche nella rassegna continentale con la stessa formazione. Conferme, quindi, per il 4 senza pl (vicecampione mondiale e grande favorito per il successo finale) di Danesin, Caianiello, Miani e Goretti; per il due senza (bronzo iridato) di Mornati e Carboncini, che continuano la sfida con i fratelli Nikolaos e Apostolos Gkountoulas (quarti a Bled) nel due senza; per il doppio pl (bronzo) di Bertini e Luini, anch’essi in grado di intascare il titolo europeo. Non si muove nulla neppure nel singolo maschile (Sansone) e nel 4 senza che ha strappato la qualificazione olimpica (Palmisano, Agamennoni, Fossi, Paonessa).

Sul 4 di coppia (6° a Bled), rispetto al mondiale, non ci sono Galtarossa e Stefanini, frenato da postumi di un incidente stradale. Al loro posto, con Venier e Perino, ritorna a bordo, nel ruolo di capovoga, Raineri e Frattini (oro in due con). Alla luce di ciò, il doppio sarà formato da Battisti e Montrone.

In campo femminile, a Plovdiv torna nuovamente in scena il due senza (Wurzel, Bertolasi) dopo la storica qualificazione per Londra; confermato pure il doppio pl con Milani-Marasca, che troveranno sulla loro strada le ragazze iridate di Gianni Postiglione (il tecnico napoletano che da anni allena la Grecia), Giazitzidou e Tsiavou. Schiavone e Sancassani tornano a far coppia nel doppio; nel singolo toccherà alla “leggera” Bello fare la “pesante” e per il 4 di coppia saranno schierate – per una finale diretta, visto che le barche iscritte sono solo 6 – le vice-campionesse mondiali under 23 (Patelli, Palma, Colombo e Calabrese).

Venerdì, batterie dalle 8.30 (le 9.30 in Bulgaria) e recuperi dalle 14. Sabato dalle 9.30 ancora ripescaggi e semifinali. Finale domenica dalle 10.03.

di Augusto Martellini

    Print       Email

You might also like...

Cancellate tutte le prove di canottaggio valide per le qualificazioni alla Coppa del Mondo

Read More →