Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Ambiente  >  Current Article

40 anni di Greenpeace

By   /   15 Settembre 2011  /   Commenti disabilitati su 40 anni di Greenpeace

Il 15 settembre del 1971 venne costituita Greenpeace, organizzazione non governativa e pacifista fondata a Vancouver.

Famosa per la sua azione diretta e non violenta per la difesa del clima, delle balene, dell’interruzione dei test nucleri e dell’ambiente in generale.

Nel suo primo anno di vita i fondatori di Greenpeace salparono sul peschereccio Phyllis Cormack alla volta di Amchitka, nel Pacifico settentrionale, per protestare contro un imminente test nucleare sotterraneo Usa.

Dopo giorni di navigazione, tra discussioni interne e mare grosso, si persero…e vennero intercettati e fermati dalla Guardia Costiera. Non riuscirono a fermare il test e la bomba esplose il 6 novembre. Ma fu l’ultima: il tentativo eroico di quel piccolo gruppo di attivisti, che fondò Greenpeace, conquistò le prime pagine dei giornali nordamericani e da allora Amchitka non fu mai più utilizzata per i test nucleari.

Il momento più tragico della  battaglia contro il nucleare fu l’affondamento della Rainbow Warrior I che si trovava in Nuova Zelanda, in attesa di fare rotta a Mururoa per protestare contro i test atomici di profondità. La nave  non arrivò mai a Mururoa. Il 10 luglio 1985, due esplosioni squarciarono lo scafo della nave ormeggiata nel porto di Auckland. La Rainbow affondò e Fernando Pereira, il fotografo di Greenpeace, rimase ucciso. Poi si scoprì che fu un atto di sabotaggio dei servizi segreti francesi.

Quando nel 1995 Chirac annunciò la ripresa dei test atomici sull’atollo di Mururoa, cessati nel 1992, Greenpeace tornò in azione.
Nella prima grande azione del 4 luglio c’era anche Gianna Nannini all’ambasciata francese a Piazza Farnese, il suo gruppo suonava su un camioncino circondato da attivisti.

Anche quello fu un  importante risultato: Scalfaro “da amico della Francia” criticò fortemente la decisione di riprendere i test atomici.

Negli anni Greenpeace ha ottenuto tante vittorie.

La più grande vittoria ambientale è stata la salvezza dell’Antartide: grazie al coraggio e alla perseveranza di pacifisti attivisti, dopo sette lunghi anni di battaglie, nel 1991,  viene firmato il Trattato Antartico che vieta le esplorazioni minerarie per i prossimi cinquanta anni.

Per il futuro invece Greenpeace si prepara ad affrontare la sfida del cambiamento climatico, tra siccità ed eventi atmosferici estremi, combustibili fossili e fonti di energia dannose per il clima.

Dopo quattro decenni rimaniamo fedeli all’idea che la nostra missione è quella di testimoniare e denunciare in maniera indipendente e diretta i crimini ambientali commessi dai governi e dalle multinazionali, per dare voce al Pianeta che non ne ha” – afferma Onufrio, presidente di Greenpeace Italia.

Greenpeace per il suo compleanno si regala una nuova nave, la Rainbow Warrior III, scafo realizzato in Polonia, allestimento tedesco; la nave verrà varata ad ottobre in Germania e la cerimonia sarà l’occasione per festeggiare 40 anni di lotte e di successi, a dispetto degli inizi non proprio incoraggianti.

Buon compleanno Greenpeace!!!

di Licia Esposto

    Print       Email

You might also like...

Allarme clima: fa male anche alla nostra mente

Read More →