Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Russia. Incontro tra il Presidente russo Dmitry Medvedev e Kim Jong-il

By   /   24 agosto 2011  /   Commenti disabilitati

Il Presidente russo, Dmitry Medvedev, ha incontrato oggi King Jong-il, per discutere di programmi nucleari e di cooperazione economica con la Corea del Nord.

Il leader della Corea del Nord è infatti da ieri in Russia per una visita che durerà circa una settimana. Si tratta della prima visita ufficiale dopo quella del 2002. Al centro dei colloqui vi è la questione nucleare e la ripresa del tavolo delle trattative con i sei (Corea del Sud, Stati Uniti, Giappone, Cina e Russia), abbandonato, unilateralmente, dalla Corea del Nord nel 2009, cui è seguito il secondo test nucleare con missili balistici.

In merito ai programmi nucleari, la Corea del Nord si è ora detta pronta riprendere le trattative. In realtà, nelle scorse settimane si sono incontrati l’inviato della Corea del Nord, il suo corrispondente della Corea del Sud e la controparte degli Stati Uniti per discutere su come riaprire il tavolo dei negoziati sui programmi nucleari.

Ma in agenda, i due Presidenti, hanno affrontato anche la questione economica e il rafforzamento dei rapporti bilaterali. La Corea del Nord sta cercando aiuti e, soprattutto, di attirare investitori stranieri per far crescere un’economia agonizzante. Kim ci ha provato con la Cina, senza però grandi risultati ed ora sta giocando la carta della vicina Russia.

Quest’ultima sarebbe interessata alla costruzione di un gasdotto che dovrebbe attraversare e servire le due Coree. La compagnia russa Gazprom, infatti, da anni cerca di costruire una conduttura per servire i due Paesi e che si estenderebbe per circa 1.700 km.

In merito, i giornali sudcoreani hanno scritto che il pedaggio per il transito del gasdotto potrebbe portare nelle casse della Corea del Sud circa 60 milioni di euro annui. Tuttavia, questo darebbe a Pyongyang la possibilità di controllare la fornitura di energia alla Corea del Sud, circostanza che, senza significativi miglioramenti dei rapporti tra le due Coree, non è affatto concepibile.

L’incontro tra i due leader, preceduto dall’annuncio dell’invio di  50 mila tonnellate di grano da parte della Russia alla Corea del Nord, è avvenuto in una base militare, in una zona montuosa della Siberia, a circa 5.500 km ad est di Mosca. “Kim Jong-il si è detto pronto a ritornare al tavolo dei colloqui a sei senza precondizioni”, ha detto la portavoce di Medvedev, Natalya Timakova, che ha poi aggiunto: ”Nel corso dei colloqui la Corea del Nord sarà pronta a risolvere la questione della moratoria sui test nucleari e sulla costruzione di missili balistici e nucleari”.

Kim Jong-il è giunto, domenica sera, a bordo del suo treno blindato sino alla città di confine, Khasan. L’itinerario della visita è stato tenuto segreto per ragioni di sicurezza, ma in questi due giorni il dittatore ha visitato la diga di Vladivostock, fatto un bagno nelle acque del Lago Baikal e visitato un vecchio aeroporto dell’era sovietica.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

case distrutte in palestina

Gaza. Della guerra restano 4 milioni di tonnellate di macerie

Read More →