Loading...
You are here:  Home  >  Economia  >  Current Article

FAO: allarme siccità e carestia per il Corno d’Africa, convocato un nuovo vertice ministeriale d’emergenza

By   /   21 Agosto 2011  /   Commenti disabilitati su FAO: allarme siccità e carestia per il Corno d’Africa, convocato un nuovo vertice ministeriale d’emergenza

La FAO nei giorni scorsi ha ospitato a Roma un vertice ministeriale d’emergenza convocando 191 Paesi membri, le autorità dell’Onu e numerose organizzazioni internazionali e ONG, volta a rafforzare la risposta della comunità internazionale per la gravissima situazione alimentare che ha colpito il Corno d’Africa causata da una siccità che mai si era manifestata in maniera così persistente negli ultimi 60 anni.

Sono 11 milioni le persone coinvolte nella siccità e la situazione è particolarmente grave in due regioni meridionali della Somalia, dove le Nazioni Unite hanno già proclamato lo stato di carestia. Data la gravità e l’urgenza del problema, già lo scorso 25 luglio, presso la sede generale, la FAO tenne un primo meeting. In quella sede il direttore generale della FAO, Jacques Diouf, affermò: “Ora è della massima urgenza risolvere la carestia nel Corno d’Africa e soprattutto nel sud di Somalia. Dobbiamo salvare la vita della gente e il bestiame, e per evitare l’aggravarsi della situazione dobbiamo assolutamente reagire a questa crisi. La crisi è stata causata dalla siccità, dall’inflazione e dai conflitti regionali ed è necessario il sostegno, massiccio e urgente, della comunità internazionale. Per rispondere alla crisi le varie organizzazioni delle Nazioni Unite dovranno raccogliere 1.6 miliardi di dollari in un anno, e 300 milioni nei prossimi due mesi“.

L’incontro, a cui hanno partecipato i Ministri dell’agricoltura dei Paesi del Corno d’Africa, Ministri e rappresentanti degli Stati membri della FAO, dell’Unione Africana, della presidenza del G20 (Francia), del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), del Programma Alimentare Mondiale (WFP), il rappresentante del segretario Generale dell’ONU, e molte altre organizzazioni internazionali e della società civile, ha avuto lo scopo di esortare nuovamente la comunità internazionale a proseguire nel proprio supporto alle operazioni volte a salvare vite umane nel Corno d’Africa,  ma hanno anche posto l’accento sulla necessità di fornire aiuto immediato agli agricoltori produttori di cibo ed agli allevatori, per evitare che la crisi si aggravi.

Il vertice, durato un’intera giornata, si è concluso con l’auspicio che si possa operare su due direttrici, affrontando sia i bisogni urgenti di assistenza (aiuti alimentari immediati), sia le cause ultime del problema e rafforzare così la capacità di adattamento delle popolazioni di fronte a future crisi.

Le raccomandazioni elaborate nei colloqui orienteranno gli sforzi internazionali e aiuteranno a preparare i prossimi eventi di sensibilizzazione, raccolta fondi e coordinamento in favore delle popolazioni colpite nella regione.

di Salvatore Verde

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →