Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

Beach volley: Italia sul tetto d’Europa

By   /   16 Agosto 2011  /   Commenti disabilitati su Beach volley: Italia sul tetto d’Europa

Il beach volley, un movimento in continua evoluzione, nato come svago in spiaggia, ora sta diventando una vera e propria realtà che anno dopo anno riscuote sempre più appassionati, in riva al mare, ma anche in tv e su internet, dove ormai spopolano blog e forum sul classico, ma sempre più “cool”, sport estivo. Una crescita notevole della domanda che ha portato i produttori a sviluppare nuove tecnologie, come il pallone che non trattiene l’acqua, ma anche quello che non produce strani riflessi sotto il sole, insomma se lo sci è lo sport invernale per eccellenza, il beach volley è quello da praticare nei mesi caldi.

Un movimento in espansione che rende ancora più interessante la vittoria dei Campionati europei da parte delle due “golden girls” del “beach”: Greta Cicolari e Marta Menegatti. Dopo 9 anni, infatti, le due ragazze dell’Aeronautica Militare hanno riportato il massimo titolo continentale nel “Bel Paese”; prima di loro ci riuscirono solo la Perrotta e la Gattelli, due monumenti del beach tricolore e le leggendarie  Bruschini e Sollazzi, che riuscirono a ripetersi ben due volte.

La manifestazione si è svolta in Norvegia, lontano dalla sabbia amica, ma la lontananza da casa non ha per nulla scoraggiato le due eroine, che hanno “inanellato” una serie perfetta di 7 vittorie in altrettanti incontri, una media pazzesca, coronata dalla vittoria in finale contro le austriache Hansell e Montagnolli. Una vittoria superba che non lascia scampo alle avversarie: lo schiacciante 21-10, 21-12 rende onore alle due ragazze italiane che hanno dimostrato all’Europa intera supremazia e tecnica.

Una coppia giovane sia anagraficamente, che di formazione; infatti gioca insieme da poco meno di due anni, come dichiarato da Greta Cicolari: “Ancora non mi rendo conto di quello che siamo riuscite a fare. E’ una soddisfazione incredibile perché giochiamo assieme da relativamente poco tempo. Per me è stato un anno particolare a causa degli infortuni. Questa vittoria, comunque, ci ripaga di tutti i sacrifici fatti. Il nostro merito è quello di aver mantenuto sempre alta la concentrazione anche nei momenti difficili. Dedico la vittoria alla famiglia e al mio compagno senza il quale non avrei raggiunto questo traguardo.”

Insomma belle, giovani, forti e modeste, un grande applauso a queste ragazze che hanno dato lucidità alla nostra nazione in un periodo difficile.

di Marco De Palo

    Print       Email

You might also like...

Rinviati al 2021 i Giochi Olimpici Tokyo 2020

Read More →