Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Libia: I ribelli lanciano una doppia offensiva contro le forze governative

By   /   7 Luglio 2011  /   Commenti disabilitati su Libia: I ribelli lanciano una doppia offensiva contro le forze governative

I ribelli libici hanno lanciato un’offensiva coordinata su due fronti contro le forze pro-Gheddafi, colpendo da alcune basi situate a sud-est di Tripoli e dalla città assediata di Misrata.

I combattenti hanno iniziato mercoledì la loro più imponente offensiva in sei settimane, volta a rompere l’anello delle forze governative presso la città di Zlitan, sulla strada per la capitale libica.

Ad ovest, i ribelli sono scesi dalle montagne intorno alla città di Zintan con dei camion su cui erano stati montati dei lanciarazzi. Si sono impadroniti di una base governativa presso il villaggio al-Qawalish, prendendo le armi e il cibo abbandonati dalle truppe pro-Gheddafi in ritirata.

Le autorità ribelli si sono rifiutate di confermare se le due offensive fossero collegate.

Un comandante delle forze di Misrata, Hassan Duen, ha confermato che le unita’ ribelli si trovano attualmente a 3 km da Zlitan e continuano ad avanzare. La notte scorsa è stato lanciato un attacco preliminare su una delle autostrade principali di Tripoli, che ha permesso di guadagnare terreno per sostenere il secondo, più grande attacco, lanciato mercoledì. Spari ed esplosioni di razzi si sono uditi fino alle prime ore della sera.

L’ospedale di Misrata ha riferito che durante la giornata di ieri vi è stato un flusso costante di ambulanze. “Non ci sono più letti disponibili”, ha annunciato un medico, Omar Harrous, mentre si registrano già 15 morti e 24 feriti. Ma precisa Harrous che “il numero delle vittime è destinato a salire”. Alcuni volontari con scope e secchi d’acqua aspettano la partenza delle ambulanze per lavare via il sangue dall’asfalto.

Dopo cinque mesi di guerra i ribelli non sono ancora riusciti a sfondare la cintura difensiva delle truppe governative intorno alla città di Zlitan.

Nelle ultime due settimane aerei della Nato hanno intensificato i bombardamenti contro le roccaforti governative intorno alla città e verso la costa, ma le forze ribelli non hanno sufficienti mezzi per sferrare un attacco decisivo, essendo completamente prive di carri armati ed artiglieria. Da parte sua la Nato non è disposta ad utilizzare i suoi elicotteri da assalto in ruoli di supporto aereo coordinato.

di Samr Al Aflak

    Print       Email

You might also like...

Attacco Huthi al petrolio saudita

Read More →