Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

Djordjevic si presenta a Treviso:”Saremo una squadra giovane e ambiziosa”

By   /   5 Luglio 2011  /   Commenti disabilitati su Djordjevic si presenta a Treviso:”Saremo una squadra giovane e ambiziosa”

Ieri è stato il primo giorno da coach della Benetton Treviso per Sasha Djordjevic che è stato presentato a La Ghirada.

Sono contentissimo di trovarmi in un posto storico per il basket – ha riferito – se leggo i nomi degli allenatori passati qui Obradovic, Messina e D’Antoni, gente grandissima che nella mia vita cestistica mi ha dato tanto, da allenatore o da avversario. In particolare Obradovic secondo me è il più grande di tutti i tempi ed è un mio grande maestro, perciò sono orgoglioso di sedermi sulla stessa panchina dove si è seduto lui”.

Il tecnico serbo ha firmato un contratto di un solo anno a causa della situazione delicata della società che dovrebbe vedere l’uscita dalla stessa della famiglia Benetton a giugno 2012:”Il mio accordo è annuale perché la situazione attuale non consente altrimenti, ma non mi interessano i numeri, mi interessa la qualità del lavoro e dell’ambiente e sono convinto che ci sarà la possibilità di guardare avanti, molto più in là”.

Sull’impegno della società nel costruire una squadra competitiva, Djordjevic non ha dubbi:”La società sta lavorando nella direzione giusta per mantenere la grande tradizione del club e io sono qui per iniziare un lavoro stimolante e teso al futuro. Contiamo di fare arrivare giocatori importanti per noi e per il progetto. Avremo una squadra giovane e ambiziosa”

Infine promette che, insieme alla società, farà di tutto per confermare i giocatori importanti già in rosa: Il capitano Bulleri dovrebbe rimanere. Ne parlerò prossimamente con la dirigenza, ma sono convinto che uno come lui dovrebbe terminare la carriera dove si trova meglio: cioè a Treviso. Poi ci saranno Gentile e Motiejunas, che non considerò più come dei giovani. Lo sono soltanto dal punto di vista anagrafico, visto che hanno fatto entrambi delle importanti esperienze da protagonisti”. La situazione di Motiejunas è legata al lock-out della Nba. “Finché dura la serrata, lui resta qui. Spero di averlo il maggior tempo possibile”.

di Andrea Centenari
follow me on twitter

    Print       Email

You might also like...

The last dance e la jersey mania

Read More →