Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Tensione tra Nord e Sud Sudan: 15mila persone in fuga da Abyei

By   /   24 Maggio 2011  /   Commenti disabilitati su Tensione tra Nord e Sud Sudan: 15mila persone in fuga da Abyei

È tornata la tensione tra Nord e Sud Sudan dopo che l’esercito sudanese controllato dal regime nordista di Omar al Bachir ha occupato Abyei, una città strategica per il petrolio situata alla frontiera tra il Nord e il Sud del Sudan. Più di 15mila persone sono fuggite da Abye, divenuta ormai una città fantasma, dove diversi edifici sono stati saccheggiati e dati alle fiamme. L’Onu ha chiesto all’esercito di Khartoum, in quanto forza occupante, di garantire l’ordine nell’area e ha condannato il controllo dell’area da parte delle truppe governative sudanesi attraverso l’esclation di azioni militari, affermando che esse hanno violato gravemente “l’accordo di pace completa”. Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, e la rappresentante degli Esteri per l’Unione europea, Catherine Ashton, hanno condannato le violenze avvenute in questi giorni lanciando un appello affinchè l’occupazione militare finisca.

L’area al confine tra i due Stati è retta attualmente da un’amministrazione che comprende membri di entrambi i Paesi, in base a un accordo stretto nel 2008, il Comprehensive peace agreement. Un portavoce militare del Sud Sudan ha dichiarato alla Bbc che il nord ha attaccato la regione con cinquemila uomini, massacrando civili e soldati del sud. “I membri del Consiglio di Sicurezza – ha dichiarato l’ambasciatore francese Onu Gerard Araud – hanno invitato il governo del Sudan a bloccare l’operazione militare e ritirarsi immediatamente dalla città di Abyei e dalle aree limitrofe”.

Nord e Sud Sudan si stanno scontrando per avere il controllo di Abyei, una ricca regione petrolifera ed è una delle principali zone di tensione dalla fine ufficiale, nel 2005, della guerra civile tra il Nord, musulmano e arabo, e il Sud, in maggioranza cristiana. Dal gennaio scorso lo scontro si è intensificato con il referendum che si è svolto nel Sudan meridionale e in cui una maggioranza schiacciante ha chiesto l’indipendenza del Sud.

Barnaba Marial Benjamin, Ministro dell’Informazione e portavoce del governo del sud Sudan, ha chiesto alla comunità internazionale di intervenire per imporre il ritiro immediato delle truppe del nord dalla regione. Il Presidente sudanese Omar Hassan al-Bashir si è detto disponibile a trovare una soluzione pacifica alla crisi scoppiata dopo l’assalto ad un convoglio militare nordista che stava lasciando Abyei sotto scorta dei Caschi Blu. Tuttavia, Nord e sud Sudan si accusano reciprocamente di aver aperto per primi il fuoco e la tensione rimane molto tesa. Le autorità di Khartoum hanno infatti dichiarato che le proprie truppe sono entrate in azione in risposta a un’imboscata delle forze del sud.

foto: Ansa

di Elisa Cassinelli

    Print       Email

You might also like...

La nuova centrale eolica del Montenegro

Read More →