Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Speciale Arthur King

By   /   6 Aprile 2011  /   Commenti disabilitati su Speciale Arthur King

Durante l’ultima Roma Comics ho avuto modo di incontrare Andrea Domestici, uno dei creatori di Arthur King.
 Ma chi è Arthur King?
 Per rispondere a questa domanda dobbiamo tornare indietro nel tempo fino ai primi anni ’90, precisamente al 1993.

Nel lontano 1993 arrivava nelle edicole italiane il numero zero del fumetto di Arthur King, edito dalla Cierre editrice. Il successo fu buono e nel marzo del 1994 i lettori di A.K. trovarono in edicola il primo numero della serie regolare del loro futuristico eroe.

Il protagonista che da anche il nome alla serie è uno scienziato che crea insieme al padre Orion dei cyborg capaci di provare emozioni. Ovviamente questa scoperta verrà sfruttata per motivi malvagi dall’imperatore Sandor III che utilizzando i prototipi di Arthur costruirà un esercito di cyborg.
Amareggiato Arthur prenderà una nuova strada, e da scienziato diventerà un cacciatore di cyborg.
Aiutato dal suo fido draghetto Rex, Arthur vivrà numerose avventure sempre in bilico tra il comico e l’avventura fantascientifica.
 

La serie di Arthur King ebbe durante gli anni novanta un grandissimo successo editoriale, al punto che molti dei primi numeri si esaurirono prestissimo e divennero ambiti pezzi da collezione.
Ma anche se il successo era grande, arrivati al numero 19 della serie, questa cambiò editore e passò dalla Cierre editrice a Macchia Nera con un numero speciale di 64 pagine. La serie continuò fino all’ultimo numero, il 31, dove in un’escalation di eventi il buon Arthur si trovò di fronte al giudizio dei suoi stessi creatori, Bartoli e Domestici.

Visto il grandissimo successo editoriale, Arthur King fu protagonista anche di un romanzo (n.d.r. scritto da Bartoli ed intitolato: ”Sempre sentirai le voci”), di numerosi speciali ed anche di un albo speciale intitolato: “Questa faccia non mi è nuova” in cui Arthur incontra niente meno che Totò.
 

Attualmente la serie è nel limbo editoriale, ma la DEd’A edizioni sta ristampando la serie in un bel formato oversize.
Inoltre prima della ristampa della DEd’A , un’altra casa editrice aveva riportato nelle fumetterie Italiane il personaggio di Bartoli e Domestici, la 001 edizioni che pubblicò qualche anno fa il bellissimo volumone intitolato “Arthur King director’s cut”.

In questo volume sono presenti le storie migliori del personaggio oltre che una storia inedita. Tra gli autori che hanno contribuito negli anni al successo di questo personaggio, presenti nel volume, vale la pena nominare i disegnatori Mastrantuono e Carnevale. Sicuramente su Arthur King sono stati tanti i giovani artisti che oggi vengono considerati dei big del fumetto italiano, segno che Bartoli e Domestici oltre ad essere grandissimi autori sono anche grandi talent scout.

Altro volumetto della 001 dedicato al personaggio è “Storie di Arthur Kingdedicato alle avventure disegnate da Massimo Carnevale.
Inoltre è da poco disponibile per I-pad la versione digitale delle avventure del cacciatore di cyborg e  i primi due albi della serie sono disponibili sull’App Store per essere scaricati e letti.

Insomma Arthur King è stato uno dei personaggi centrali del panorama fumettistico italiano – ricordiamo che era letto da circa 10.000 persone –  e quindi merita di tornare alla ribalta con storie nuove. Sono sicuro che i suoi creatori ci stanno pensando già da un po’.

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Gherd La ragazza della nebbia

Read More →