Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Ciclismo  >  Current Article

Milano-Sanremo: sprint vincente di Matthew Goss

By   /   19 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su Milano-Sanremo: sprint vincente di Matthew Goss

Cadute, selezione ed imprevedibilità, questi gli ingredienti della 102^ edizione della Milano-SanRemo. 198 i corridori che al via della Classicissima di primavera hanno reso omaggio al Giappone autografando la bandiera nipponica.
I favoriti per la vittoria finale erano molti e, come sempre, divisi tra velocisti e cacciatori di classiche.
Due di loro in particolare avevano segnato nel loro personalissimo calendario la data del 19 marzo con un bel cerchio rosso. Thor Hushovd, campione del mondo in carica, era uscito dalla Tirreno-Adriatico in perfetta forma e voleva tentare l’impresa di vincere il “mondiale di primavera” con la maglia arcobaleno sulle spalle.

L’altro velocista da temere quest’oggi era lo spagnolo Oscar Freire, uno che può anche non farsi mai vedere ma che la sua zampata nei grandi appuntamenti la mette sempre. Purtroppo però la sfortuna si è accanita su di loro e, causa una leggera pioggia che ha reso l’asfalto viscido, entrambi sono stati vittime di una scivolata senza grossi danni fisici, ma che li ha tagliati fuori dal gruppo dei migliori già dal colle delle Manie.
Il plotone quindi si è spezzettato in due tronconi, separati tra loro da più di 2′. L’unico che è riuscito a rientrare sui battistrada, recuperando molto terreno tutto solo, è stato Michele Scarponi che, con un’azione degna dei fuoriclasse, tra la salita e la discesa della Cipressa ha recuperato tutto il gap che lo separava dal drappello dei big.

Tagliati fuori i velocisti più blasonati, la 102^ edizione della Milano-Sanremo si è trasformata in una corsa senza ordini di scuderia, una sfida in cui tutti erano costretti a giocarsela a carte scoperte.
Tra la Cipressa ed il Poggio infatti, Van Avermaet, O’grady, Offredo e Chainel, hanno tentato di sorprendere i favoriti ed è stato uno di loro a dover rompere gli indugi pochi metri dopo l’inizio della salita del Poggio. Nibali infatti è riuscito a riprendere i fuggitivi e con lui si è portato dietro uomini come Gilbert, Cancellara, Scarponi, Pozzato e Goss. All’ultimo km tutti gli occhi erano puntati sul duo Cancellara Gilbert ma tra due leggende, nella voltata finale, l’ha spuntata uno che con questa vittoria entra di diritto nella storia della sua nazione. Matthew Goss non ha tradito la fama di corridore veloce e da quest’oggi è il primo australiano della storia a vincere la Milano-SanRemo.
Bocca asciutta per Cancellara, anche se lo svizzero ha disputato un ottimo sprint, riuscendo a tenere testa ad un velocista puro come il corridore dell’HTC High Road. Terzo gradino del podio per il belga Philippe Gilbert, anche lui deluso ma pur sempre una certezza per quanto riguarda le grandi classiche.
Gli Italiani c’hanno provato, Nibali e Scarponi meritano un voto molto alto, mentre Pozzato sembra essere per l’ennesima volta un’eterna promessa.
La stagione ciclistica è iniziata con uno spettacolo degno delle attese, buon ciclismo a tutti!

Ordine d’arrivo
1º Matthew Goss (HTC High Road) in 6.51’10”
2º Fabian Cancellara (Leopard Trek)
3º Philippe Gilbert (Omega Pharma Lotto)
4º Alessandro Ballan (BMC)
5º F. Pozzato (Katusha)
6º Michele Scarponi (Lampre Isd)
7º Yohann Offredo (FDJ)
8º Vincenzo Nibali (LiquigasCannondale)

di Antonio Massariolo Follow me on Twitter

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →