Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Territori Palestinesi: apertura di Abbas verso Hamas. “Il popolo vuole l’unità nazionale”

By   /   18 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su Territori Palestinesi: apertura di Abbas verso Hamas. “Il popolo vuole l’unità nazionale”

Alcuni rappresentanti di Hamas e al-Fatah si sono riuniti in Cisgiordania giovedì per discutere la dichiarazione del Presidente palestinese, Mahmoud Abbas, che si è offerto di visitare la striscia di Gaza nei prossimi giorni, nel tentativo di ricucire i rapporti con il gruppo rivale e contribuire a ripristinare l’unità nazionale.

L’incontro ha avuto luogo nella città di Nablus e durante la rara opportunità di confronto, si è sottolineata la necessità di adottare procedure per sviluppare l’iniziativa di Abbas, considerata un “primo passo fondamentale verso la fine della scissione tra i due partiti”, ha detto Jabreen al-Bakri, governatore di Nablus.

Il Presidente palestinese ha perso il controllo di Gaza nel 2007, quando Hamas ha vinto le elezioni e ha spodestato il partito di al-Fatah formando una propria amministrazione nella Striscia, limitando di fatto il governo dell’Autorità Nazionale Palestinese alla sola West Bank. Da allora i due governi rivali non sono mai arrivati ad una mediazione.

La dichiarazione di mercoledì del leader dell’Anp è arrivata in risposta all’invito di Ismail Haneya, il primo ministro del governo di Hamas e secondo gli analisti, sulla mossa di entrambi molto avrebbero influito le pressioni esercitate dalle dimostrazioni di massa di questa settimana. Decine di migliaia di giovani palestinesi sono scesi in piazza in diverse città, tra cui Ramallah e Betlemme, per protestare contro la spaccatura politica tra Gaza e la West Bank, già divise dal territorio israeliano e per chiedere la fine della scissione tra Fatah e Hamas, considerata un ostacolo all’indipendenza del popolo palestinese.

Saleh Ra’fat, membro del Comitato esecutivo dell’Olp ha rivelato che Abbas non ha ancora ricevuto una risposta ufficiale da Hamas circa il suo piano di visitare la Striscia.

Secondo alcuni analisti c’è il pericolo che le due posizioni non riescano ad incontrarsi, come già accaduo in passato. Da una parte Hamas è considerato dagli Usa, da Israele e dall’Ue come un gruppo terrorista, dall’altra, il governo moderato dell’Autorità palestinese gode dell’appoggio delle potenze occidentali. Per Abbas la visita è considerata come l’occasione per formare un governo di unità nazionale, nel suo annuncio infatti avrebbe parlato di organizzare nuove elezioni presidenziali e parlamentari entro sei mesi, dall’altra parte Hamas vede la riunione con il Presidente palestinese come il lancio di un nuovo dialogo nazionale.

di Samr Al Aflak

    Print       Email

You might also like...

In Nuova Zelanda è polemica sulla libertà di parola

Read More →