Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Basket  >  Current Article

L’Italia vince l’All Star Game. White re delle schiacciate, Mazzarino delle triple

By   /   14 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su L’Italia vince l’All Star Game. White re delle schiacciate, Mazzarino delle triple

Ieri al Forum di Assago (MI) è andata in scena l’edizione italiana dell’All Star Game, match che ha visto opposti la nazionale italiana di basket guidata in panchina dal coach Simone Pianigiani ed una selezione dei migliori stranieri del nostro campionato allenata dal coach Dan Peterson.

Gli 8.000 spettatori accorsi al Forum hanno assistito ad una bellissima e spettacolare partita conclusasi con il canestro di Datome ad un secondo dalla sirena finale che ha sancito il 90-88 finale in favore degli azzurri.
La giovane nazionale messa in campo da Pianigiani ha un approccio iniziale troppo soft, soprattutto nella metà campo difensiva. Alla fine del primo quarto gli stranieri conducono 26-14 per poi allungare ulteriormente sul 35-14 grazie ad uno scatenato Othello Hunter.
Due triple di Cavaliero ricuciono parzialmente lo strappo, ma le continue lacune difensive degli azzurri consentono alla selezione degli stranieri di andare al riposo lungo avanti 49-31.

Nel terzo quarto gli azzurri riescono a tornare in partita arrivando a toccare il -7 con ancora un quarto da giocare. Datome e Mancinelli guidano la rimonta e Hackett sancisce il definitivo sorpasso sul 78-77 con 5 minuti ancora da giocare. Nell’equilibrato finale è, come detto in precedenza, il canestro da sotto di Datome a regalare la vittoria alla Nazionale.

Nella gara delle schiacciate Ibby Jaaber sostituisce l’infortunato Sanikidze, ma in finale vanno EJ Rowland e James White, che nelle eliminatorie regala già un assaggio della sua disumana capacità di salto andando a schiacciare staccando dalla lunetta.
In finale Rowland prima omaggia Vince Carter finendo con l’intero avambraccio dentro il ferro, poi salta una Harley-Davidson posteggiata sotto il canestro. Ma non basta per fermare James “The Flight” White, uno che ha vinto Dunk Contest in tutti i Paesi in cui è stato: l’ala di Sassari prima plana nuovamente dalla lunetta schiacciando a due mani per poi chiudere staccando dal gomito dell’area facendosi poi passare la palla fra le gambe prima di inchiodare, trionfando così nella competizione.

Il re delle triple è Nicolas Mazzarino, oriundo di passaporto italiano, che in finale ha sconfitto Gigi Datome 45-33. Il giocatore di Cantù, 35 anni, è primo col 47% (55/111) nella classifica del tiro da 3 in campionato e ha sconfitto l’azzurro della Lottomatica Roma che, oltre ad avere stabilito con 51 punti il miglior risultato nelle eliminatorie, è secondo in stagione col 46,6% (34/66).

di Andrea Centenari
follow me on twitter

foto: repubblica.it

    Print       Email

You might also like...

The last dance e la jersey mania

Read More →