Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Canoa - Canottaggio  >  Current Article

Il grande Kenneth Branagh innamorato del canottaggio

By   /   10 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su Il grande Kenneth Branagh innamorato del canottaggio

Kenneth Charles Branagh, attore, regista e produttore teatrale e cinematografico britannico, ha deciso di lavorare alla realizzazione di un film sul canottaggio. L’attore, sin da giovanissimo, ha avuto ruoli importanti nel mondo del cinema e nel teatro. A diciotto anni gli offrono di entrare nelle migliori scuole teatrali della Gran Bretagna: la Central School of Speech and Drama e la Royal Academy of Dramatic Art. Appena uscito dalla scuola di teatro, recita un ruolo secondario nella produzione West End di Another Country, interpretazione per cui ottiene moltissimi premi, consensi e lodi. Ma è il ruolo di Enrico V di William Shakespeare per la Royal Shakespeare Company che un paio di anni dopo gli assicura, a soli ventitré anni, un posto fra i migliori nuovi talenti del palcoscenico britannico.

Nel 1988 cura la regia di un’edizione televisiva de La dodicesima notte di William Shakespeare. Nel 1989 dirige e interpreta Enrico V, film tratto dall’omonima opera teatrale, per il quale riceve le candidature al Premio Oscar come miglior regia e miglior attore protagonista. Da questo film inizia il sodalizio artistico con la prima moglie, Emma Thompson, che appare anche nei successivi lavori di Branagh, L’altro delitto (1991), Gli amici di Peter (1992) e Molto rumore per nulla (1993).

Branagh prosegue il suo rapporto con le opere di William Shakespeare anche in seguito, con Hamlet (1996), Pene d’amor perdute (2000) e As You Like It – Come vi piace (2006). Anche Nel bel mezzo di un gelido inverno (1995) parla di una compagnia d’attori scespiriana. Si allontana dall’immortale bardo con Frankenstein di Mary Shelley (1994), in cui recita al fianco di Robert De Niro, e Sleuth – Gli insospettabili (2007), con Michael Caine e Jude Law. Come attore merita di essere ricordato in Celebrity di Woody Allen (1998), Wild Wild West di Barry Sonnenfeld (1999) e Harry Potter e la camera dei segreti di Chris Columbus (2002).

Ora la Weinstein Company ha acquisito i diritti di adattamento di The Boys in the Boat, romanzo scritto, o meglio ancora in fase di scrittura, di Daniel James Brown. Il libro, ambientato negli anni ’30, ricostruisce la storia del mitico team di cannottaggio dell’Università di Washington.

A dirigerlo sarà lo stesso Kenneth Branagh che, dopo le fatiche dello spettacolare superhero “Thor”, si immergerà nell’universo dello sport studentesco. Branagh ha dichiarato di essere felice di ricordare “The Boys in the Boat”.

Attendiamo con ansia di vedere questa nuova pellicola, che sembra venga considerata un mix tra Seabiscuit-Un mito senza tempo e Momenti di gloria. Sarà possibile rivivere un’avventura epica, dove i personaggi dell’epoca ci cattureranno, perchè sono i sogni di una generazione che si è consumata drammaticamente.

di Armida Tondo

 

    Print       Email

You might also like...

Settebello: derubato della possibile finale

Read More →