Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Roma e Milan tentano la rimonta europea

By   /   8 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su Roma e Milan tentano la rimonta europea

Senza appello. Dentro o fuori. Il ritorno degli ottavi di Champions vede impegnate, tra oggi e domani, due delle tre rappresentanti italiane. Milan e Roma, in trasferta, proveranno a ribaltare il risultato dell’andata.

Questa sera i giallorossi, nel gelo ucraino di Donetsk, avranno la prova più difficile. Il 2 a 3 dell’andata e la compattezza della squadra guidata da Mircea Lucescu (vecchia volpe della panchina) impongono l’impresa. Per continuare l’avventura europea la squadra di Montella, esordio per lui nelle coppe europee, dovrà superare i rivali con almeno due reti di scarto. Lo Shaktar non perde in casa da ben 54 partite, tra campionato e coppe, e già all’Olimpico ha mostrato di saper giocare molto bene di rimessa. Il 4-2-3-1 disegnato da Montella affida a Totti il peso dell’attacco. Fuori Borriello –  vedremo se l’attaccante ci regalerà un altro interessante labiale – dentro la vecchia guardia. In una sfida da giocare anche con il cuore, il tecnico ha preferito affidarsi ai senatori. Saranno in campo tutti i protagnsiti della storia recente giallorossa: Pizarro, De Rossi, Perrotta e Vucinic.

È vietato subire gol. Saranno fondamentali i cambi a gara in corso. Menez nell’ultima mezz’ora potrebbe dare quella linfa necessaria per tentare l’ultimo assalto. Borriello potrebbe rendersi utile con il suo peso nell’area avversaria.

Il Milan domani sera scenderà sul terreno londinese del Tottenham per ribaltare lo 0 a 1 di San Siro. Allegri recupera Boateng, talismano e fattore del disegno tattico rossonero. Il ghanese però dovrebbe giocare da interno e non da trequartista. Le assenze di Pirlo, Ambrosini e Van Bommel limitano le scelte; il Tottenham è squadra veloce e tosta. In casa, con la spinta dei 36 mila del White Hart Line, accarezza il sogno di entrare tra le migliori otto d’Europa. Gli spurs recuperano Bale, assente all’andata. Il Milan ci crede, ma deve evitare gli errori dell’andata, quando a pochi minuti dalla fine sarebbe stato meglio non esporsi al temibile contropiede dei londinesi. Soprattutto i rossoneri dovranno dimostrare di saper giocare a tuttocampo, a ritmi insoliti per il campionato italiano.

È la notte in cui Ibra può dimostrare di essere un giocatore determinante. Per l’ennesima volta lo svedese è chiamato all’appuntamento europeo. Rivedere il solito spento attaccante, inconsistente nelle sfide europee, significherebbe dire addio all’Europa. Il numero 11 è troppo importante per i rossoneri, sia in fase realizzativa, che come ariete in grado di aprire spazi a Pato.

di Luca Paradiso

    Print       Email

You might also like...

Qualificazioni Europeo 2020, Italia – Finlandia

Read More →