Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Venezuela: Chavez propone blocco “Paesi amici” per mediare crisi in Libia

By   /   4 Marzo 2011  /   Commenti disabilitati su Venezuela: Chavez propone blocco “Paesi amici” per mediare crisi in Libia

Il Presidente venezuelano, Hugo Chavez, ha proposto al Colonnello Muammar Gheddafi la creazione di un blocco di “Paesi amici” per contribuire alla mediazione della crisi in Libia.

Chavez, che ha stretto legami amichevoli con il leader libico e si è rifiutato di condannare il suo regime per gli attacchi contro i manifestanti, avrebbe preso accordi martedì scorso con il Colonnello per sviluppare il suo piano di negoziazione. A renderlo noto, attraverso Twitter, è il Ministro dell’Informazione venezuelano, Andrés Izarra.

Caracas ha già raggiunto i suoi alleati in America Latina per discutere la creazione di un gruppo di Nazioni amiche, soprannominato il “Comitato di pace”, per mediare una soluzione alla crisi. 

La Francia avrebbe già rifiutato l’offerta del Venezuela, respingendo qualsiasi soluzione che consenta al leader libico di rimanere al potere. Qualunque “mediazione a favore di Gheddafi non è benvenuta”, fa sapere il Ministro degli Esteri, Alain Juppe.

Nicolás Maduro, Ministro degli Esteri venezuelano, ha annunciato che la creazione di un tale blocco potrebbe aiutare a risolvere il conflitto in Libia, aggiungendo che il suo governo preferisce “ricorrere alla diplomazia piuttosto che alle minacce militari” per porre fine alla violenza nella Nazione nordafricana. Maduro ha inoltre criticato sia gli Usa sia l’Unione europea per l’adozione di politiche volte ad isolare Gheddafi ed incrementare la possibilità di offrire sostegno militare ai Libici in rivolta contro il loro leader.

Chavez, che condivide con Gheddafi un’antipatia verso Washington, ha detto che non cederaà alle pressioni internazionali per condannare il leader libico e ha avvertito che gli Stati Uniti si stanno preparando ad un’invasione militare della Libia.

Il Colonnello, nel suo discorso di mercoledi’ a Tripoli, di fronte ad una folla di sostenitori, si è scagliato contro l’Europa e gli Usa che lo stanno “spingendo a dimettersi” e ha avvertito che “migliaia di libici moriranno se l’America e le forze della Nato decideranno di intervenire nel conflitto”.

Intanto in Venezuela, l’opposizione ha fortemente criticato Chavez per la sua stretta relazione con Gheddafi. All’inizio di questa settimana ha avvertito che la mancata presa di posizione del Presidente contro la violenta repressione dei manifestanti da parte di Gheddafi sta danneggiando la reputazione del Paese all’estero.

di Samr Al Aflak

    Print       Email

You might also like...

Attacco Huthi al petrolio saudita

Read More →